Eccoci di nuovo! Questa volta parlerò del dolore al tendine d’Achille. Prima di iniziare a parlare di quali parametri possono influenzare la naturale azione di questo tendine, vorrei spiegare che ruolo ha nella pedalata (anche se può risultare abbastanza ovvio).

 

Tendine d’Achille: a cosa serve e perché può fare male nella pedalata

Il tendine di Achille, il più robusto del nostro corpo, unisce il tricipite della sura, di cui fanno parte gastrocnemio, soleo e l’osso calcaneale. La sua funzione nella vita di tutti i giorni è la flessione della caviglia tramite la contrazione del polpaccio. 

Non è difficile intuire, quindi, che nel gesto della pedalata è maggiormente stressato nel punto morto inferiore (p.m.i.) dove si ha il passaggio dalla fase di spinta a quella di richiamo. 

Detto questo, il parametro che più influisce sul carico sostenuto dal tendine d’Achille è l’arretramento delle tacchette. 

 

Dolore al tendine d’Achille e posizionamento delle tacchette: il punto morto inferiore

Nel caso in cui stiate pedalando con un avanzamento eccessivo di queste andrete a sovraccaricarlo in due frangenti: nel p.m.i., poiché avrete un movimento eccessivo della caviglia con un interessamento esagerato del polpaccio, e nella fase di massima spinta, poiché vi sarà molto probabilmente una pedalata di punta con conseguente assenza del naturale lavoro in allungamento del gastrocnemio. 

In questo caso, la sensazione che proverete sarà simile ad un crampo alle dita dei piedi, con bruciore alla linea metatarsale associato a dolore tendineo.

Dolore tendine di Achille e pedalata
photo credit: Christopher Chan Amgen Tour of California 2015 Stage 3 via photopin (license)

Nella situazione opposta, cioè con arretramento eccessivo delle tacchette, si avrà un dolore simile ma per motivi differenti. 

Con questo tipo di posizionamento infatti, al p.m.i., per limitato movimento della caviglia, ci sarà notevole difficoltà nel passaggio spinta/richiamo con eccessivo sforzo muscolare e conseguente tensione tendinea. 

 

Infiammazione tendinea e punto di massima spinta

Nel punto di massima spinta, invece, poiché in questa configurazione si propenderà per una pedalata piatta, il tendine si troverà a dover contrastare il cedimento del tallone andando incontro ad eccessivo allungamento. 

Con tacchette arretrate associati a disturbi del tendine calcaneale vi saranno bruciore diffuso alla pianta del piede, difficoltà nella pedalata in piedi sui pedali e continuo bisogno di stringere le chiusure delle calzature.

Spero di essere stato utile anche questa volta e, se doveste soffrire di uno di questi disturbi associato al dolore al tendine d’Achille, controllate o fate controllare l’arretramento di questo componente fondamentale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here