In questo articolo vi parlerò e metterò in evidenza i benefici del massaggio post gara che, in alcuni casi, viene svolto nelle 48 ore precedenti una competizione ciclistica per avere la muscolatura reattiva ed efficiente.

Andiamo dunque a vedere cosa è fondamentale sapere quando si parla di massaggio post gara.

 

Massaggio post gara: a cosa serve?

Innanzitutto è opportuno distinguere tra il massaggio post-gara praticato immediatamente dopo l’esercizio fisico agonistico, le cui finalità sono quella di eliminare lo stato di affaticamento dai muscoli e quella di accelerare i tempi di recupero, dal massaggio post-gara ad azione defaticante, che viene applicato nei due giorni successivi allo sforzo fisico con il compito di riportare muscoli, tendini e articolazioni ad una condizione fisiologica normale, di decongestionare e rielasticizzare i tessuti e di risolvere eventuali contratture. In quest’ultimo caso l’abbinamento di tecniche di mobilizzazione articolare e di stretching passivo può essere molto utile.

Massaggio post gara

Massaggio defaticante, come si fa

Rispetto al massaggio post-gara, il massaggio defaticante, è caratterizzato dall’applicazione delle manovre più lenta ed inoltre la sua azione deve essere diretta più in profondità; le tecniche più utilizzate sono lo sfioramento profondo, le frizioni statiche e dinamiche, gli impastamenti profondi, gli scuotimenti, lo svuotamento venoso, il massaggio profondo trasverso, le pressioni profonde localizzate o con scivolamento longitudinalmente alle fibre muscolari.

 

Il massaggio sportivo e l’allenamento

Il massaggio sportivo è indicato non solo in vista di un evento sportivo o di una competizione agonistica, ma anche nei periodi di allenamento protratti nel tempo, soprattutto nei momenti di massimo carico muscolare, quando questa pratica assume finalità essenzialmente preventive e di ripristino del fisiologico funzionamento dell’apparato muscoloscheletrico sottoposto a sforzi di elevata intensità e quantità.

Un massaggio rivolto a decongestionare e decontratturare i tessuti o a rielasticizzare eventuali fibrosità o aderenze facilita la rimozione delle scorie metaboliche prodotte dal lavoro muscolare permettendo un più rapido recupero e una più facile e veloce ripresa degli allenamenti successivi.

Massaggio post gara

Il massaggio come prevenzione

Attività sportive come il triathlon, la corsa o il ciclismo richiedono lo smaltimento della fatica generata da allenamenti prolungati, da scatti molto intensi oppure da una postura in sella obbligata e mantenuta a lungo sottoponendo a stress continui sempre le medesime strutture, con conseguente insorgenza di sindromi dolorose come lombalgia, cervicalgia, sindrome del piriforme o tendiniti.

Gli atleti che praticano le suddette discipline sportive dovrebbero sottoporsi al massaggio, alle mobilizzazioni articolari e allo stretching dopo ogni singola seduta di allenamento e prima delle competizioni più importanti a scopo preventivo e non solo curativo. 

La ripetitività del gesto protratta nel tempo comporta una continua sollecitazione delle strutture sottoposte al carico o allo sforzo e a lungo andare queste possono degenerare mettendo a rischio le articolazioni, il muscolo stesso, le strutture tendinee o quelle capsulolegamentose.

Nel prossimo articolo vedremo come il massaggio sportivo sia molto importante ed efficace anche nei periodi di allenamento lontani dalla competizioni come, ad esempio, per i cicloamatori, quello invernale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here