Nel mercato delle e-bikes ci sono attualmente due opzioni principali: bici cinesi a basso costo oppure modelli occidentali di alta fascia e, quindi, dal prezzo ben più alto. Ora, il Belgio, con la sua startup Cowboy, sta tentando di imporsi grazie ad un prodotto di qualità dal prezzo davvero competitivo.

In questa bici sono presenti alcuni elementi singolari che non si vedono tutti i giorni.

cowboy ebike cinghia

Innanzitutto la catena: Cowboy (si, è anche il nome della bici) non ne ha una, monta una cinghia in carbonio di circa 2 cm di larghezza che consente una pedalata più liscia e silenziosa rispetto alle classiche biciclette, una piccola grande caratteristica che dovrebbe aumentare notevolmente il comfort di guida.

cowboy ebike batteria

La batteria invece si distingue per il suo posizionamento sapientemente progettato. A differenza di molte colleghe in cui l’energy pack si trova montato sul telaio oppure nascosto al suo interno, Cowboy utilizza una soluzione ibrida grazie ad un incastro mimetico che va a completare il tubo verticale nel quale è inserita.

Semplice da sganciare e altrettanto veloce da ricaricare, con un tempo stimato di sole 2,5 ore. Completamente in regola, inoltre, per l’utilizzo secondo le normative europee grazie alla potenza di 250 W e una velocità massima di 25 km/h, vanta anche, per quei Paesi più intransigenti, la luce posteriore integrata al suo interno. Quella anteriore è invece montata direttamente sul telaio, al sicuro e sempre pronta ad essere operativa.

cowboy ebike app

Una serie di dotazioni “intelligenti” completano l’opera, come lo sblocco tramite smartphone (funzione già vista nel celebre MAT di cui abbiamo scritto nei mesi scorsi), lo slot per le schede SIM o il modulo GPS che si connettono all’app dedicata e che fanno diventare il proprio cellulare un vero e proprio cruscotto per bici.

Come non citare poi il peso di questo gioiellino, visto che arriva a soli 16 kg, un vero record per una bici elettrica da tali prestazioni.

cowboy ebike

 

E infine il pezzo forte, cioè il prezzo: Cowboy viene venduta a 1790€, una scelta aziendale voluta per incarnare quello che i suoi fondatori sperano sia il destino di questo mezzo, ossia quello di diffondersi tra i più giovani e chi usa la bici in città per lavoro, come i corrieri.

Un prodotto quindi davvero ben congeniato, con un design minimale ed elegante che strizza l’occhio alle soluzioni proposte da VanMoof ma con una personalità tutta propria che non faticherà a trovare ammiratori.

8 COMMENTI

    • Buongiorno Stefano, sto seguendo gli sviluppi di questa bici, per il momento siamo ancora in attesa del suo arrivo in Italia. In alcuni paesi è già avviata una partnership con Decathlon ma qui da noi dobbiamo ancora attendere, me lo aveva detto la stessa casa produttrice qualche mese fa. Continua a seguirci per eventuali novità!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here