Lezioni altamente formative, pochi slogan promozionali e tante informazioni tecniche: questo lo spirito dell’Eurobike Academy On Tour, una serie di appuntamenti specializzati per i rivenditori del settore ciclo di tutta la Germania. Alla conclusione della sua edizione 2018 il bilancio è positivo e fotografa una realtà dinamica ed interessante come quella della bicicletta tedesca.

Se il mondo delle fiere sta cambiando, andando verso una partecipazione sempre più inclusiva dei visitatori ed una dismissione delle vecchie formule (ne è prova la stessa Eurobike), quello delle reti di vendita, da tempo minacciate dal web e dal rapporto diretto azienda-cliente, per sopravvivere ed evolversi ha ancora fortemente bisogno di qualità e specializzazione.

Due aspetti difficilmente reperibili nelle grandi catene di distribuzione: non è dunque un caso che la Germania, che sulle bici sta costruendo una nuova mobilità, chieda a gran voce servizi qualificati per chi il cliente deve assisterlo.

La risposta all’Eurobike Academy On Tour 2018 è stata eloquente: toccando 5 città (Monaco di Baviera, Darmstadt, Düsseldorf, Amburgo e Lipsia) ha riscosso 349 adesioni.

L’offerta era d’altronde ottima e abbondante: 335 laboratori a scelta fra quelli organizzati dai tecnici di 35 Marchi diversi dell’industria internazionale del ciclo.

Il che dimostra che il settore della rivendita vive un periodo positivo entro i confini tedeschi, che delimitano in effetti uno dei principali mercati europei per la bicicletta.

Organizzare un punto vendita, trattare il cliente ma, soprattutto, molto aggiornamento tecnico sulle nuove tendenze e tanto management in campo commerciale: queste le tematiche dell’Academy sottolineate dal Division Manager di Eurobike Stefan Reisinger.

Una delle mosse vincenti, a detta di alcuni partecipanti, è stata il raggruppare molti workshop in un’unica sede: l’ampio ventaglio dell’offerta, unito alla prospettiva di spendervi relativamente poco tempo, hanno ingolosito commercianti e meccanici di bici come società impegnate nel settore, spingendole a partecipare.

Per i Marchi che hanno offerto le clinic, allo stesso modo, si è trattato di un modo molto efficace e diretto per raggiungere i rivenditori specializzati, il cui contatto è considerato ancora fondamentale, come ha affermato Christoph Vad, Marketing Specialist di Sram.

Eurobike, dal canto suo, ha colto al volo quella che era un’occasione unica, ossia mettere assieme le esigenze di chi ogni giorno ha contatto con i clienti e di chi, da un punto di vista industriale, non avrebbe probabilmente le risorse per contattare un numero così alto di professionisti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here