In città è piuttosto normale vedere ciclisti che indossano la mascherina per difendersi dagli inquinanti presenti nell’aria. L’Iwind però è un nuovo dispositivo che darà molto più nell’occhio, se e quando uscirà dopo la campagna su Kickstarter.

mascherina
via Kickstarter

Un soffio di aria pura..

Iwind è una sorta di mascherina che però, diversamente dalle colleghe, soffia aria purificata direttamente sul viso. E’un dispositivo composto da due parti: un modulo di filtrazione da montare sul retro del casco e una ventola, alimentata da una batteria al litio ricaricabile, che porta l’aria sul volto dell’utente grazie al tubo snodabile. Questi elementi combinati insieme aspirano l’aria circostante, bloccando le particelle piccole fino a 0,4 micron e uccidendo anche i batteri grazie ad un rivestimento antimicrobico d’argento sul filtro.

mascherina
via Kickstarter

..che abbassa le PPM direttamente sul viso

L’aria purificata viene così pompata, attraverso il tubo, ad un facciale a forma di tazza che si trova direttamente davanti al naso e alla bocca di chi indossa questa strana mascherina. È difficile dire quanto sia efficace poiché l’aria pulita si mescolerà sempre almeno un po ‘con l’aria “sporca” circostante prima di essere inspirata. Nel video di presentazione su Kickstarter fanno vedere come, misurando la qualità dell’aria tramite un strumento apposito, le PPM risultino più basse se filtrate con Iwind. Nonostante ciò, durante l’acquisto si può optare per avere anche un attacco simile a un respiratore e che sigilla il sistema.

mascherina
via Kickstarter

Anche in versione aria calda

Come ulteriore vantaggio, il modulo di filtrazione dispone di un riscaldatore in ceramica utilizzabile durante le giornate più fredde e di un fanale posteriore da 150 lumen per una maggiore sicurezza quando si pedala di notte. La durata della batteria, ricaricabile in tre ore tramite porta miniUSB, è pari a circa nove ore in normali condizioni di utilizzo, scendendo a sei e mezza quando il riscaldatore è acceso.

mascherina
via Kickstarter

Niente appannamento occhiali né senso di costrizione

Secondo i produttori Iwind ha anche altri vantaggi rispetto alle maschere tradizionali, a cominciare dal fatto che:

  • non provoca l’appannamento degli occhiali,
  • non tocca il viso,
  • non attutisce la voce di chi lo indossa
  • non deve essere lavato e asciugato dopo l’uso.

Ovviamente però il tutto sarà più pesante e più ingombrante di una classica mascherina.

mascherina
via Kickstarter

L’Iwind è attualmente oggetto di una campagna Kickstarter. Supponendo che raggiunga la produzione, se si contribuisce a finanziare l’idea si può ottenerne uno sconto del 33% sul prezzo al dettaglio previsto, pagandolo quindi circa 60€.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here