A partire dal 2022 Colnago integrerà la tecnologia blockchain nelle sue nuove biciclette per proteggerle dai furti ed assicurarne l’originalità. E’ in assoluto il primo produttore di biciclette a collegare i propri prodotti fisici ad un registro virtuale.

Via Colnago.com

La blockchain nel ciclismo?

Il problema dei furti stuzzica l’ingegno. Alla fine siamo arrivati anche alla blockchain nel mondo ciclistico, ma cosa significa questo termine? La blockchain è un insieme di tecnologie su cui si basa tutto il mondo delle criptovalute, tra loro ovviamente anche i celebri bitcoin. Quello che da valore alle monete virtuali è proprio questo registro distribuito (blockchain) digitale che basa ogni operazione sulla precedente creando un blocco immutabile, pena l’annullamento di tutte le precedenti operazioni. Questa tecnologia non è destinata soltanto alle criptovalute, teoricamente qualsiasi cosa che abbia bisogna di essere schedata può basarsi sulla blockchain. 

Via Colnago.com

Una tracciabilità garantita

Il partner di Colnago per questo programma è l’azienda italiana MyLime che collegherà i telai Colnago alla Automotive Blockchain® dove verranno registrati i record di produzione, trasporto e vendita di qualsiasi telaio. Una volta inseriti, i dati non potranno essere falsificati o modificati, fornendo la prova definitiva della proprietà. MyLime ha sviluppato e creato un tag RFID indissolubilmente legato al telaio della bicicletta che consente l’accesso alle informazioni nel passaporto digitale tramite un’app per smartphone collegata alla blockchain. Quando il telaio viene venduto a un nuovo proprietario, il passaggio di proprietà potrà essere gestito con il processo certificato di MyLime, la cui trasparenza garantirà una tracciabilità assoluta e garantirà il valore della bici nel tempo. Colnago e MyLime hanno valutato diverse tecnologie blockchain che rispettassero i paradigmi di sostenibilità e ne hanno infine scelta una che limitasse al meglio l’utilizzo di risorse computazionali intensive per la validazione dei blocchi.

Via Colnago.com

Ice & Fire, disegnata da Pogačar

Tutto ha avuto inizio con Le Colnago V3R guidte da Pogačar all’UCI Road World Championship tenutosi lo scorso 26 settembre, caratterizzate da una speciale livrea ‘Ice & Fire‘ che il 23enne sloveno ha personalmente disegnato: “È la prima volta che progetto una bici e lavorare con ingegneri e designer Colnago è stato molto entusiasmante“. La parola Ice, ghiaccio, sta a significare la temperatura dei pensieri di Pogačar in gara, la lucidità e la determinazione nel raggiungere l’obiettivo; Fire, il fuoco, è il bruciore alle gambe che lo attanaglia quando spinge al massimo sui pedali. La Colnago V3Rs Ice & Fire sarà successivamente messa all’asta congiuntamente al lancio del nuovo sito web e app Colnago nel 2022. Da quell’anno le novità potrebbero essere molto interessanti, conviene seguirne gli sviluppi. Sicuramente usare la blockchain in questo modo è un colpo di genio che farà parlare di se.

Via Colnago.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here