Si è da poco concluso a Milano il Salone del Mobile, un appuntamento fisso che ormai ogni anno scandisce lo stato dell’arte del design non solo in Italia. L’importanza di questo settore non risiede solamente nel raggiungimento artistico ed estetico delle proposte, ma anche nella loro capacità di risolvere elegantemente problemi pratici con cui tutti dobbiamo fare i conti.

Dall’Olanda ad esempio arriva un progetto davvero interessante, un sistema non invasivo per parcheggiare in città le nostre amate biciclette senza creare ostacoli architettonici e visivi. 

Da Eindhoven al Salone del Mobile il portabici che arreda lo spazio pubblico

Milou Bergs, laureata alla Design Academy di Eindhoven, ha progettato un portabici alternativo, Align, che si apre solo quando necessario, un sistema che affronta l’aspetto funzionale dell’arredo urbano e l’effetto che esso ha sugli spazi pubblici. Come ha dichiarato la stessa Bergs alla rivista DeZeen nel 2017 e al più recente Salone del Mobile milanese, infatti, le rastrelliere per bici sono un elemento impattante e piuttosto fastidioso, ingombranti sia quando sono in uso che quando non lo sono. 

Chiariamo subito: lunga vita alle rastrelliere! Le nostre città avrebbero davvero bisogno di servizi e infrastrutture dedicate al mondo ciclistico, poiché i vantaggi sarebbero enormi sotto mille altri punti di vista; in questo articolo si esamina come un’idea intelligente possa ulteriormente migliorare un sistema che, seppur utilissimo, presenta ancora qualche difetto.

Salone del Mobile Milano - Il portabici a scomparsa che arreda lo spazio urbano: Align di Milou Bergs
Salone del Mobile Milano – Il portabici a scomparsa che arreda lo spazio urbano: Align di Milou Bergs © Abscis Architecten : Thomas de Bruyne_1

Align: portabici reversibile per uno spazio pubblico più flessibile

Un difetto che, con il metodo presentato al Salone del Mobile da Milou, si azzera del tutto. Il suo portabici Align è diviso in due parti, una anteriore, nella quale vi si colloca la ruota della bici, e una posteriore sulla quale è incernierato il rack a scomparsa.

Salone del Mobile Milano - Il portabici a scomparsa che arreda lo spazio urbano: Align di Milou Bergs
Salone del Mobile Milano – Il portabici a scomparsa che arreda lo spazio urbano: Align di Milou Bergs© Milou Bergs_1

Insieme funzionano con un meccanismo “pop-up”: Quando il peso della ruota anteriore viene applicato a un pannello sul pavimento, la staffa si solleva e si blocca sulla ruota posteriore, fissando la bici in posizione. Quando la bicicletta viene rimossa, la cremagliera “scompare completamente“, nascosta all’interno del pavimento.

Salone del Mobile Milano - Il portabici a scomparsa che arreda lo spazio urbano: Align di Milou Bergs
Salone del Mobile Milano – Il portabici a scomparsa che arreda lo spazio urbano: Align di Milou Bergs© Milou Bergs_2

Per Milou Bergs, l’intenzione era quella di mantenere gli spazi pubblici liberi, in modo che si possano alternare pieni e vuoti a seconda delle esigenze, che la chiusura dell’ambiente non sia definitiva ma che ci sia sempre la possibilità di aprirsi e di accogliere eventi, mercati, manifestazioni, o più semplicemente fruire dello spazio senza ingombri. 

Salone del Mobile Milano - Il portabici a scomparsa che arreda lo spazio urbano: Align di Milou Bergs
Salone del Mobile Milano – Il portabici a scomparsa che arreda lo spazio urbano: Align di Milou Bergs© Milou Bergs_3

Align ha attirato l’interesse di diversi comuni olandesi che stanno pensando a come implementare il portabici visto al Salone del Mobile nelle loro amministrazioni, un sistema tra l’altro facilmente esportabile che ha il solo svantaggio di avere un costo iniziale maggiore di quello di una comune rastrelliera. 

Voi cosa ne pensate? Lo vorreste nella vostra città? Migliora la fruibilità degli spazi urbani secondo voi? Diteci le vostre impressioni lasciando un commento!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here