I pneumatici da bici Pirelli PZero Velo non potevano che essere frutto di un lungo lavoro di ricerca e sviluppo, di test in laboratorio e su strada, durato oltre 2 anni.
Nel corso di una conferenza stampa internazionale sono stati svelati i segreti tecnologici che gli ingegneri Pirelli hanno voluto inserire nel PZero Velo attingendo al meglio della tecnologia sportiva che l’azienda ha acquisito in tanti anni di attività ai massimi livelli delle competizioni.

Una mescola brevettata ed esclusiva

Iniziamo dall’elemento più importante di un pneumatico: la mescola. Per questa, Pirelli ha sviluppato un nuovo brevetto, dedicato esclusivamente al mondo velo, una molecola brevettata chiamata SmartNet Silica.
Composta da oltre diciassette elementi, la mescola Pirelli è stata sintetizzata nel polo tecnologico dell’innovazione di Milano Bicocca. I ricercatori che hanno lavorato al progetto sono gli stessi che hanno messo a punto le mescole dei P Zero di F1, oggi unico pneumatico in dotazione per le monoposto del massimo campionato su pista.
In pratica SmartNet Silica è una molecola a base di silice la cui conformazione differisce dalla silice tradizionale per la sua forma a bastoncino e non a forma sferica. In questo modo la molecola all’interno della mescola ha tendenza naturale ad ordinarsi in senso longitudinale agendo positivamente sulla scorrevolezza del pneumatico. SmartNet Silica, inoltre, si distribuisce in maniera omogenea all’interno della struttura: questa proprietà, sommata alla naturale affinità chimica con l’acqua, si traduce in positive prestazioni su strada bagnata.
Scorrevolezza e tenuta sul bagnato non sono le due sole proprietà di SmartNet Silica presente nella mescola del PZero Velo. infatti la parola “Net” inclusa nel nome sta ad indicare che nella mescola è presente un vero e proprio reticolo molecolare determinante per garantire una buona protezione naturale contro le forature, senza appesantire la struttura del pneumatico e prolungandone la durata nel tempo.

I tre modelli PZero Velo disponibili

PZero Velo: un solo nome per tre diversi modelli, dedicati ai tre principali utilizzi su strada ed etichettati con il color code mutuato dai P Zero di Formula 1.
L’etichetta argento caratterizza il PZero Velo dedicato al road racing. È il più versatile dei tre, leggero, in grado di offrire massima scorrevolezza e handling, oltre ad un comportamento su asciutto e su bagnato che trasmette sicurezza al ciclista. È pensato per la competizione o l’allenamento, su qualsiasi tipo di asfalto.

L’etichetta rossa definisce il PZero Velo TT, il più veloce e leggero della gamma. È caratterizzato da ottima scorrevolezza ed elevato grip, a cui si aggiunge una perfetta tenuta sul bagnato.

 

L’etichetta blu infine, si applica ai 4S, gli penumatici PZero Velo quattro-stagioni, ideali in autunno e inverno. Offrono elevata resistenza alla foratura e incredibile grip sul bagnato garantendo, inoltre, massima scorrevolezza e performance.

Tutte, ma proprio tutte, le altre caratteristiche tecniche dei pneumatici Pirelli PZero Velo le potrete leggere nel fascicolo di settembre 2017 di Bicitech.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here