Dopo l’indimenticabile edizione del 2015 col Mondiale Marathon, il 18 giugno scorso la Val Gardena è stata per la settima volta protagonista nell’off road internazionale con la spettacolare HERO Südtirol Dolomites.

Il nuovo nome che gli organizzatori hanno voluto dare all’evento esalta ancor maggiormente le  montagne più famose al mondo, indiscusso patrimonio dell’UNESCO. Un manifesto unico e inimitabile della grande bellezza del territorio e della sua vocazione turistica.

La HERO Südtirol Dolomites

DSCN4431La HERO non è solamente una gara o un semplice pettorale da attaccare al manubrio. La HERO è un progetto che richiede dedizione e consapevolezza di un viaggio dove, prima o poi, si vivrà uno scontato momento di sfinimento e sconforto. E in quell’istante che un vero “eroe” dovrà attingere a tutta la sua forza, non solo muscolare ma anche spirituale, per superare l’attimo più difficile della competizione. Ed è quello che ciascuno dei 4.016 iscritti alla HERO ha dovuto fare per portare a termine un’impresa epica, indipendentemente dall’ordine di classifica o dal tempo totalizzato sotto il traguardo di Selva Val Gardena. La HERO non è cosa per deboli, se di cosa si può parlare; la HERO non è per gente fragile. La  montagna la si conquista se la si assale con grinta e determinazione, se non la si teme, se si carica sui pedali della bicicletta quella forza emotiva che fa mettere il cuore oltre l’ostacolo. Un violento fuori sella, un’impennata al sole sulle vette, una derapata nel fango verso valle; sono gesti e fasi di gara che non faranno del biker un campione ma ne costruiranno la sua impresa, momenti indimenticabili che resteranno nella memoria di ogni singolo eroe.

I numeri della HERO Südtirol Dolomites e della Val Gardena:

I due percorsi disegnati alle pendici del gruppo del Sella hanno confermato anche quest’anno la reputazione che la HERO si è guadagnata: la prova più dura del mondo e, nel contempo, quella di maggior fascino, un punto di riferimento nel calendario internazionale della mtb. Questo evento gode di un prestigio irresistibile che ha portato sulla linea dello start atleti provenienti da cinquanta nazioni e, per gli italiani, da ben centotre province diverse.

Dalla Val Gardena partono ventisette itinerari per tutti le tipologie di biker, che conducono alla scoperta dei sentieri e delle piste nei territori limitrofi. Dalla maestosa Marmolada alla purezza dell’aria all’Alpe di Siusi, lasciando spazio anche al piacere degli occhi con la spettacolare veduta dal Passo Sella ai piedi del Sassolungo. Montagne che la diretta tv della Hero, proposta da Eurosport, ha portato in sessantasette paesi tra Europa, Asia e Pacifico. Un collegamento in diretta televisiva che ha mostrato le quattro vallate intorno all’area del Sellaronda, luoghi di grande attrazione, per chi ama la mountain bike e lo sport all’aria aperta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here