Il problema delle piste ciclabili è ai primi posti nell’agenda di tutte le amministrazioni territoriali. Dalla loro esistenza dipende in buona parte il numero di biciclette all’interno di una città, da cui a loro volta dipende la qualità dell’aria e molte altre scottanti questioni.

Non è facilissimo rendere chiara la diversità tra due differenti parti di careggiata, soprattutto quando ad essere coinvolti ci sono dei mezzi tutto sommato piccoli (e anche un po’ indifesi) come le biciclette.

Una soluzione potrebbe essere il Wave Delineator di Bike Fixation.

piste ciclabili
Image via bikefixation.com

Piste ciclabili, un colore a volte non basta

Le automobili hanno le loro corsie, gli autobus anche, i taxi pure, e ovviamente anche i pedoni con i marciapiedi: il problema è che lungo le strade ormai non ci sono soltanto questi mezzi; le biciclette stanno guadagnando sempre più spazio nella vita delle persone e c’è bisogno che questo spazio si sia anche dove vengono maggiormente utilizzate.

piste ciclabili
Image via bikefixation.com

Differenziare le corsie attraverso una striscia di colore può non essere sufficiente nel caso delle biciclette: le piste ciclabili infatti sono spesso evidenziate attraverso un cordolo basso che dissuade nei confronti di eventuali invasioni: e non dimentichiamoci che ci sono già in fase di sperimentazione sistemi di  monitoraggio intelligenti per le corsie ciclistiche.

Quelli di Bike fixation (che abbiamo già conosciuto con le loro stazioni di riparazione) pensano sia necessario aumentare la visibilità di questi elementi divisori estendendoli in altezza. Non hanno tutti i torti, effettivamente l’impatto visivo che si ottiene è molto diverso nonché più sicuro. 

piste ciclabili
Image via bikefixation.com

Wave Delineator, un arredo stradale

Il Wave Delineator è un dissuasore che collega funzionalità e design urbano in una sola mossa.

Si tratta di un sistema modulare composto da un classico cordolo munito di fori per l’assemblaggio e da un’asse lunga e sottile facilmente piegabile. Quest’ultima caratteristica permette all’elemento di creare le onde una volta contatto sulle staffe del cordolo, che invece è fissato sul terreno. Possiamo regolare l’altezza massima di queste waves a seconda di quale impatto visivo vogliamo ottenere.

piste ciclabili
Image via bikefixation.com

Con questo sistema si ottiene un buon rapporto tra costi e funzionalità, data anche la sua natura non fissa e settabile a seconda delle situazioni che bisogna affrontare. 

Bixe Fixation consiglia il suo prodotto anche nel caso di piste ciclabili temporanee, ad esempio durante i grandi eventi,  poiché i moduli Waves Delineator sono molto veloci da montare.

piste ciclabili
Image via bikefixation.com

Più piste, più bici, meno stress

E’ utile precisare che questi dissuasori funzionano in tutte le direzioni, perdonate il gioco di parole, in quanto anche le stesse biciclette sono incentivate a rimanere nella loro corsia; dal canto loro alle automobili non sembra vero che ci sia una netta separazione tra loro e i ciclisti.

piste ciclabili
Image via bikefixation.com

People for Bikes, organizzazione statunitense che dal 1999 si occupa di supportare il mondo del ciclismo, in un suo report ha evidenziato che un corretto utilizzo delle piste ciclabili aumenta l’uso della bicicletta ben del 75%: ciò significa meno biciclette sui marciapiedi (per la gioia e la sicurezza dei pedoni) e meno stress per le auto che possono procedere più serene sapendo che le persone in bicicletta rimarranno nella loro corsia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here