LDV500, come Leonardo Da Vinci, nel cinquecentesimo della sua scomparsa. Vent dedica al genio italico, rivoluzionario e poliedrico, il primo concept che segna l’ingresso del marchio nel mondo delle e-bike.

Novità EICMA 2019

Il concept di LDV500 svelato ad Eicma pochi giorni fa è il biglietto da visita con cui Vent si affaccia al mondo della mobilità sostenibile; un progetto ideato per muoversi sia dentro che fuori città. Alcune soluzioni introdotte rappresentano una vera e propria novità nel settore e-bike e, grazie all’utilizzo di componenti all’avanguardia, posizionano il modello tra i top di gamma della categoria.

Nuovo concetto di ammortizzazione brevettata TST

E’ studiato per garantire una guida divertente e precisa unita ad elevati standard di comfort. Il sistema di ammortizzazione è inserito all’interno del tubo orizzontale con una struttura a doppia culla mutuata dal mondo motociclistico. Il rider avrà a portata di mano l’ammortizzatore e potrà facilmente regolarlo in qualsiasi momento. Si è poi cercato di posizionare i pesi il più in basso possibile nella zona centrale del telaio, favorendo quindi la stabilità e la manovrabilità.

Il carro posteriore

E’ studiato con un’innovativa linea foderi con design trapezoidale con fulcri ribassati. LDV500 adotterà un motore Brose S-Mag (250W/90 Nm) abbinato a una batteria da 630 watt di ultima generazione, integrata nel telaio e facilmente estraibile. Grazie a un sistema di bloccaggio brevettato la batteria rimarrà saldamente montata anche nelle condizioni più estreme. L’e-bike sarà dotata dell’ICR System progettato da FSA. Esso garantisce un sistema senza fili integrati che scorrono all’interno del manubrio, serie sterzo e telaio. Inoltre, ispirandosi alle moto, LDV500 utilizza un sistema di sicurezza Fork Stopper per evitare accidentali torsioni del manubrio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here