Se esistesse una classifica delle città con servizi per ciclisti, Utrecht una medaglia d’oro l’avrebbe assicurata: quella del parcheggio. La città dei Paesi Bassi vanta infatti dal 2017 l’entrata in servizio del più grande silos multi piano per biciclette del mondo, che, adesso, si espande pure; l’obiettivo finale è ampliarlo sino a ricevere fino a 22.000 biciclette contemporaneamente.

Un’esagerazione? Dipende dai punti di vista.

Credit: photo via Mashable.com

Paesi Bassi, più bici, più parcheggi

Qualche volta vi sarete chiesti, di fronte alla notizia curiosa sul maggior numero di biciclette che di abitanti presenti nei Paesi Bassi (le prime vincono 22 milioni contro 18 milioni dei secondi), dove se le mettessero, tutte queste bici. Ebbene, ad Utrecht risiede una delle risposte.

Nei pressi della stazione centrale, infatti, è operativo dall’agosto 2017 un parcheggio multi piano da subito postosi in cima alla graduatoria mondiale per capacità ricettiva con i suoi ben 6.000 posteggi.

Credit: photo via Mashable.com

Nell’autunno successivo erano già stati aggiunti altri 1.500 posti e, pochi giorni fa (il 19 agosto 2019) ne è stata inaugurata una nuova sezione con altri 5mila stalli: in totale si contano adesso qualcosa come 12.500 posti coperti per biciclette.

Un numero che rappresenta solo una tappa di avvicinamento ai 22mila che in definitiva dovrebbe raggiungere la struttura entro il 2020.

Credit: photo via Mashable.com

 

Parola d’ordine: accessibilità

In quanto a servizi offerti, il parcheggio di Utrecht fa impallidire gli standard ai quali siamo abituati noi: perseguendo una filosofia dell’ “easy to get” e dell’accessibilità, il biglietto da visita consta di 24 ore di permanenza gratuite per studenti e viaggiatori, tanto per iniziare.

Ciò vuol dire che si paga a partire dal secondo giorno di stallo della bicicletta: l’accesso è regolamentato attraverso una chipcard che altro non è che quella dei trasporti pubblici olandesi, che permette, con la stessa tessera, di fruire di metro, treni, bus e parcheggi per bici.

Credit: photo via Mashable.com

Sono stati pensati anche spazi appositi per cargo bike, ebike e bici particolari, con accessori ingombranti; gli unici vincoli sono il rispetto degli spazi assegnati e la permanenza in assoluto non superiore ai 28 giorni consecutivi.

L’identificazione dei proprietari è garantita proprio dalla chipcard necessaria per accedere.

Per chi la bicicletta non ce l’ha, invece, è possibile noleggiarne una tra le mille a disposizione all’ingresso del parcheggio.

Credit: photo via Mashable.com

Un progetto da 500 milioni di euro

Questo super parcheggio per biciclette, che non è l’unico del suo genere nei Paesi Bassi, riscuote successo: i dati di utilizzo lo vedono sfruttato all’80-90% in settimana e pieno nel week end.

Dunque il progetto che Utrecht ha portato avanti, in collaborazione con i gestori ProRail ed NS (le ferrovie olandesi), di investire 500 milioni sull’infrastruttura della zona relativa alla stazione centrale ha senso.

Nel prossimo anno saranno aggiunti ancora 8.500 stalli, pronti ad assorbire un’utenza che, con incentivi pratici del genere, è destinata a crescere ancora.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here