Martedì 2 novembre si è svolto a Roma presso il Salone d’Onore del CONI il primo Tavolo di Lavoro Sport Sicuro – Focus sul ciclismo – sul tema della sicurezza stradale dei ciclisti promosso da ACSI Nazionale con l’APS ZeroSbatti.

L’intervento di Vincenzo Nibali

Vincenzo Nibali

La conferenza, animata dalle domande di Antonello Orlando di Rai Sport e di Valerio Piccioni de La Gazzetta dello Sport, ha visto il prezioso contributo di un grande campione come Vincenzo Nibali. Il tema della sicurezza per me non è nuovo, noi ciclisti lo affrontiamo tutti i giorni da sempre.  Il numero delle persone che vanno in bici è cresciuto a dismisura ma si tratta di neofiti, che vanno educati e tutelati. Io sono un atleta di grande esperienza quindi tendo a prevenire qualsiasi cosa. L’utente normale si muove in una città trafficata, è soggetto a continui pericoli.  Per questo ho scelto di collaborare con Zerosbatti; per offrire tutta la mia esperienza e la mia competenza per un importante progetto di tutela e di consulenza legale. Si possono mettere in campo molti miglioramenti basterebbe anche solo ispirarsi ai paesi più avanzati in questo ambito, come l’Olanda e la Danimarca. In Italia sto assistendo a dei passi in avanti nella sicurezza ed è un segnale che mi fa ben sperare, ma il cammino è lungo”.

La voce di Emiliano Borgna, vicepresidente ACSI

Emiliano Borgna, vicepresidente ACSI

Crediamo che il Covid -19 ci abbia offerto degli spunti che non possono essere ignorati. Siamo di fronte ad un’utenza ciclistica nuova che non ha la conoscenza del mezzo che usa. Abbiamo riflettuto con Federico Balconi dell’APS Zerosbatti e vanno poste le basi di una cultura diversa. Senza campanilismi si devono unire le forze, è un atto dovuto. Sulle biciclette ci sono le persone, quindi è fondamentale agire uniti. Chi è vittima di un incidente non sa come muoversi, si trova sprovvisto di tutela legale; per questo abbiamo deciso di offrirla con la nostra tessera a tutti i nostri associati grazie a Zerosbatti. Oggi in fondo ci siamo uniti intorno a questo tavolo per il bene della disciplina e delle persone.”

Fonte ufficio stampa Steel Comunicare

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here