Sostituire velocemente la ruota posteriore della bici grazie ad un ingegnoso quanto semplice  sistema a tre elementi: questa l’invenzione del francese Jean Paul Lagar che gli è valsa un premio all’ultimo Eurobike 2021.

via lagarconcept.com

Migliorare le bici 

Occitania: Jean Paul Lagar, imprenditore francese di 59 anni, ha messo a punto un sistema che potrebbe cambiare la vita di molti ciclisti. La sua avventura parte nel 2004 quando lanciò la società Lagar Concept, uno studio di progettazione specializzato nel settore motocliclistico che si è progressivamente evoluto verso la mobilità elettrica. E sappiamo che in questo campo la regina indiscussa è l’e-bike la quale però soffre ancora, insieme alle colleghe muscolari, di diversi problemi irrisolti che lo spirito inventivo di Lagar si è subito concentrato ad affrontare. A cominciare dalla sostituzione della ruota posteriore, un procedimento a cui ormai siamo tutti abituati ma dove esistono ampi margini di miglioramento.

Tre parti indipendenti 

L’incubo di ogni ciclista è la foratura dello pneumatico posteriore. Cambiare la ruota davanti richiede un po’ di tempo, ma nulla in confronto a quella dietro dove ci sono ingranaggi, dischi, rondelle, catena e nelle e-bike spesso anche il motore.. un incubo! Perché allora non provare a vedere se esiste una soluzione? Dopo varie ricerche l’idea di Jean Paul Lagar è stata quella di ripensare completamente il fissaggio della ruota. “La mia soluzione è mettere i cuscinetti nei rami del telaio per scomporre la ruota in tre parti”: così facendo ognuna delle tre risulta indipendente dall’altra fino a che non si inserisce l’asse di collegamento nel mozzo. Il sistema si chiama Fasten ed è già brevettato.

via lagarconcept.com
via lagarconcept.com

Vince la semplicità 

Sembra complicato ma in realtà è tutto piuttosto semplice. Almeno come concetto perché, come sappiamo, il diavolo sta nei dettagli. E in questo sta la bravura di Lagar. Cambiare una ruota con il sistema da lui inventato significa semplicemente togliere l’asse dal mozzo e far scivolare giù la ruota. Questo perché le parti a destra e sinistra del telaio del mozzo sono impacchettate ognuna dentro un elemento metallico dotato di una guida in cui entrano quelli complementari posti sulla ruota. In pratica non si tratta più di gestire tanti elementi nella sostituzione di una ruota ma solamente tre. Non per caso il sistema Fasten ha vinto un premio al concorso di innovazione Eurobike 2021 a Freidrichshafen tra più di 400 concorrenti. 

 

Queste idee sono molto più importanti di quello che sembrano poiché rendono il ciclismo più semplice e rendere il ciclismo più semplice significa avvicinare sempre più persone alla bicicletta migliorando l’ambiente in cui tutti viviamo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here