Quando si dice resistere a tutto… anche alla corsa a tappe più dura. E’ quello che ha fatto Impact il calzoncino in dotazione al team Trek-Segafredo che ha concluso il Tour de France domenica scorsa a Parigi. 

Durante la nona tappa, Arras-Roubaix, Toms Skujiņš è caduto, senza però riportare escoriazioni nell’area del fianco perché indossava Impact, il calzoncino che protegge dalle sbucciature grazie allo speciale tessuto Sitip con fibre Dyneema®, anti-abrasione e anti-taglio.
“Ovviamente è difficile dire come sarebbe stato senza il pantaloncino Impact – ha detto  Toms – ma devo ammettere che ho riportato solo una piccola escoriazione che ora è quasi del tutto guarita”.

LE SPECIALI FIBRE DYNEEMA®

La resistenza eccezionale di Impact è data dalla presenza delle fibre Dyneema® e alla speciale lavorazione Body-mapping in grado di associare i tessuti giusti nei punti giusti. Infatti, Impact è un capo nato dal desiderio di proteggere il ciclista dalle “sbucciature”, fastidiose e dolorose, e che presenta, nelle zone del corpo più a rischio in caso di caduta, cioè i fianchi e il retro, un tessuto Sitip con fibre Dyneema®, un filato rivoluzionario dalle caratteristiche anti-taglio e anti-abrasione: i test di laboratorio hanno dimostrato che Dyneema® è il materiale più forte al mondo, fino a 15 volte più resistente dell’acciaio. Nello sfortunato caso di una caduta, il calzoncino Impact riduce al minimo le lesioni cutanee grazie alla presenza delle fibre Dyneema® nel tessuto che copre le zone più a rischio.

Leggerezza ed elasticità
Inoltre, il capo garantisce leggerezza, elasticità e traspirabilità ed è dotato del fondello C3 realizzato con un processo noto come Carving Technology che permette di scavare la schiuma in modo da creare volumi e densità differenziate senza cuciture né colle.

www.santinisms.it

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here