Un elemento fastidioso durante la guida sia essa di biciclette, moto, scooter o automobili, è sicuramente il sole e i suoi riflessi. Recentemente vi si è aggiunto un avversario molto più temibile e pericoloso: lo smartphone. Questo accessorio ha la capacità di distrarre anche il più integerrimo dei piloti, stuzzicandolo con notifiche, sms, messaggi vocali e chiamate, che tendono quasi sempre a ribaltare l’umano istinto di sopravvivenza che ci vorrebbe totalmente concentrati a condurre il mezzo su cu siamo seduti e da cui dipende la nostra incolumità.

Credit: everysight

Sarebbe interessante approfondire per quale motivo questo accade, ma se nel frattempo volete evitare di farvi male è meglio che troviate prima una soluzione pratica. Everysight, azienda israeliana operante da anni nel campo di visori e caschi, ha da poco presentato il suo nuovo prodotto destinato al ciclismo che pone rimedio a questo problema, i Raptor AR.

I Raptor AR sono dei cosiddetti smartglasses, occhiali intelligenti che vantano una serie di caratteristiche ereditate concettualmente dal mondo dell’aviazione militare. Noi tutti ricorderemo qualche film hollywoodiano dove, da una visuale in prima persona in cui si vede la grafica degli speciali caschi di cui i top gun sono dotati, l’eroe di turno non fa fuori qualche nemico facendo saltare in aria.

Credit: everysight

 

 

Questi occhiali proposti da Everysight godono della tecnologia BEAM, un brevetto di proprietà dell’azienda che consente di proiettare sullo visiera degli occhiali diverse informazioni a noi utili durante la corsa quali frequenza cardiaca, velocità, cadenza di pedalata, il consumo fisico e anche il navigatore con un tracciato virtuale.

Credit: everysight

Non è finita qui: è  possibile anche scattare delle foto direttamente dagli occhiali grazie alla fotocamera da 13,2 MP integrata sul telaio dei Raptor e collegarvi lo smartphone via bluetooth grazie all’app Everysight (compatibile con iOS e Android); in questo modo vedremo comparire messaggi e notifiche direttamente sulla visiera, potremo effettuare chiamate ed ascoltare musica della nostra playlist grazie al diffusore osseo integrato negli smartglasses.

 

 

Avremo così orecchie libere per non isolarci dal mondo e occhi ben fissi sulla strada che stiamo percorrendo, volendo senza nemmeno la distrazione di alzare un braccio verso il sensore di comando posto nell’asticella degli occhiali, poiché è possibile gestire tutto tramite un controller da manubrio. L’app di Everysight sarà in grado in inoltre di memorizzare e gestire i dati dei nostri allenamenti per monitorare l’andamento delle performance.

Credit: everysight

Per quanto riguarda le caratteristiche hardware, i Raptor AR pesano solo 98 gr, consentono di cambiare la visiera antiriflesso, antivento e idrorepellente tutte le volte che vogliamo (scegliendo tra una chiara e una scura) e possiedono un’ autonomia di ben 8 ore. Sono inoltre certificati per essere resistenti all’acqua grazie ad un IP55 e c’è la possibilità di utilizzare un adattatore per le vostre lenti in caso abbiate problemi di vista.

 

 

 

Raptor AR sono degli occhiali da ciclismo completi, realmente smart e di cui si vede l’accurata progettazione che ne ha preceduto l’uscita sul mercato. E tutto questo ha ovviamente un costo: i Raptor vengono venduti ad un prezzo che oscilla tra i 749 e gli 809 € per la confezione base disponibile in tre colorazioni. A parte possiamo acquistare controller, lenti e adattatore, tutto direttamente dal loro sito. 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here