Michelin ha lanciato la nuova gamma MICHELIN E-Wild, progettata per soddisfare le esigenze specifiche degli appassionati di mountain bike elettrica.

Lo pneumatico MICHELIN E-Wild

Considerato che lo pneumatico posteriore – diversamente da quello anteriore – ha il compito di assorbire la maggior parte delle sollecitazioni e degli impatti, la carcassa dello MICHELIN E-Wild posteriore è più resistente rispetto a quella dell’anteriore. Deriva dai pneumatici Down Hill, permettendo così di massimizzare la resistenza e la trazione grazie alla sua capacità di lavorare a bassa pressione. Per quanto riguarda l’anteriore, la carcassa è identica a quella utilizzata per i pneumatici da Enduro, in modo da combinare la necessaria robustezza con un’eccellente aderenza durante le discese in bicicletta.

MICHELIN E-Wild anteriore e posteriore contribuiscono a ridurre al minimo la quantità di energia dissipata dai pneumatici, riducendo l’assorbimento di corrente e aumentando l’autonomia della batteria nei percorsi più lunghi. La progettazione della carcassa ha permesso di ottimizzare anche il peso del pneumatico che risulta equivalente a quello di un pneumatico tradizionale della stessa misura.

In aggiunta al lavoro svolto sulla carcassa, gli ingegneri Michelin si sono concentrati sullo sviluppo delle mescole dando vita all’ultima generazione di E-GumX. Questo consente una trasmissione eccezionale della potenza a terra – applicata al pedale attraverso la ruota posteriore – migliorando allo stesso tempo la durata di vita del battistrada.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here