Proprio impossibile no, tutti noi abbiamo infatti faticato, almeno una volta nella vita, a bordo di un pedalò. Seppur si tratti di un mezzo diverso rispetto ad una bici, l’intramontabile gadget estivo è stato uno dei primi tentativi di mettere in rapporto acqua e pedali. In seguito, diversi sognatori affascinati dalla stessa idea hanno proposto soluzioni per esaudire questo desiderio, anche se per lo più ricalcavano tutte lo stesso concetto, ossia quello di posizionare e collegare ai lati della bici due piccoli scafi (spesso gonfiabili) che trasformano il sistema in qualcosa di simile ad un piccolo catamarano.

Manta 5 è però diversa: concretizza quell’immagine quasi sacra di un uomo sulle acque, un uomo in bici in questo caso, che pedala senza (o quasi) limiti e confini.

Manta 5 è un progetto innovativo che il fondatore Guy Howard-Willis ha testato nella sua piscina privata mantenendone scrupolosamente il segreto, che unisce la meccanica ciclistica alla dinamica dei fluidi e che si potrebbe definire una ebike-aliscafo.

Quasi interamente costruita in fibra di carbonio, con i suoi 20 kg può essere guidata come una normale bicicletta in tutti i tipi d’acqua: salata, dolce, di mare, di lago, di fiume, arrivando ad una velocità di 20 km/h in pedalata assistita regolabile grazie ad un motore da 400 W.

Il corpo superiore, fuori dall’acqua, somiglia molto ad una cyclette; al di sotto al posto delle ruote ci sono due alettoni che tengono il mezzo in equilibrio, uno piccolo anteriore e uno più grosso posteriore, sul quale è montata un’elica che imprime il movimento.

 

Le foto e i video che compaiono sul sito ufficiale dell’azienda sono davvero suggestivi e l’idea di trovarsi in campo aperto sulla superficie dell’acqua, è da un lato spettacolare dall’altro quasi eccessivo o, per dirlo in gergo poetico, “sublime”.

Vorremmo dirvi di più, vorremmo dire che è già disponibile, quanto costa e dove trovarla, ma per il momento Manta non ha messo a disposizione queste informazioni. Sul suo sito è possibile pre-ordinarla dopo essersi registrati, e l’azienda provvederà a costruirvi la bici tutta per voi, visto che non è ancora avviata la produzione in serie. Il prezzo rimane ancora un mistero, ma possiamo dirvi che sarà disponibile anche una versione non elettrica più leggera, dal peso di 14 kg.

Restiamo quindi in attesa di aggiornamenti e chi è appassionato di bici e di mare continui a seguirci: tra non molto potrete pedalare anche in acqua, non ci sono più scuse.

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here