Una buona notizia per chi ama combinare cicloturismo, mountain bike e road bike al turismo sostenibile e rigenerativo. Il 28 e 29 settembre 2019 apre ufficialmente i battenti la Greenway delle Valli Resilienti, la nuova ciclabile delle Prealpi Bresciane.

Il progetto “Greenway”

Ben 3500 km di cui 1400 km da percorrere in MTB, 75 km in modalità cicloturismo e 140 km su strada. Sono suddivisi in 74 percorsi differenti, adatti a tutti i livelli di preparazione con diversi gradi di difficoltà per accontentare tutte le tipologie di ciclisti.  Tra questi uno dei più suggestivi è sicuramente il “Crinale” (un percorso di pura adrenalina di 70 km a 1600 m di altezza), insieme al cosiddetto “Anello” (un percorso su strada di 140 km che unisce la val Trompia con la valle Sabbia tra boschi, scorci di lago e borghi antichi).

La Greenway delle Valli Resilienti ha proprio come obiettivo quello di collegare le alte valli Trompia e Sabbia con la città di Brescia. In questo modo si potranno attrarre turisti amanti della bicicletta alla scoperta del bellissimo territorio delle Prealpi bresciane, oggetto del progetto di rilancio territoriale AttivAree sostenuto da Fondazione Cariplo.

Lungo i percorsi dell’infrastruttura verde si snodano numerosi punti di interesse naturalistico, storico, enogastronomico, culturale. Non mancano le strutture ricettive bike-friendly messe in rete dal Circuito delle Valli Accoglienti e Solidali e confederate AlbergaBici, che offrono ai cicloturisti diversi servizi di supporto. Dal noleggio delle biciclette alla riparazione e assistenza, ma anche servizi di trasporto e la disponibilità di guide turistiche e accompagnatori. Inoltre, consentono ai cicloturisti di pernottare anche una sola notte, mettendo a loro disposizione un posto sicuro per la custodia delle bici e attrezzi per la manutenzione primaria (pompe, brugole, detergenti per il lavaggio). Attualmente sono 22 le strutture bike-friendly del Circuito delle Valli Accoglienti e Solidali entrate a far parte del circuito AlbergaBici.

Itinerari suggestivi per ogni genere di utente

La realizzazione della Greenway delle Valli Resilienti, che ha richiesto un investimento di oltre un milione di euro, ha riguardato anche un intenso lavoro di ricognizione, mappatura dei tracciati già esistenti e la loro valorizzazione attraverso un’apposita segnaletica. Anche se il cicloturista spesso ama costruirsi da sé il proprio percorso, sul sito www.greenwayvalliresilenti.it  sono proposte numerose suggestioni per tour di una, due o tre giornate. Tutto questo con la segnalazione di agriturismi, ristoranti, punti di interesse (per esempio il percorso della Grande Guerra, le miniere del territorio, i musei). In particolare, sono segnalati nove tour specifici – differenziati per target e difficoltà – che passano anche dalla cima del Monte Maniva fino al lago d’Idro.

Oltre a raccordarsi con le proposte ricettive del Circuito delle Valli Accoglienti e Solidali, la Greenway si congiunge anche con il Borgo di Rebecco e la ex-Centrale idroelettrica di Barghe. Si tratta di due siti abbandonati oggetto di rigenerazione che diventeranno poli culturali, punto di ristoro, di ricettività e di accoglienza bike-friendly. Il progetto Valli Resilienti, che ha per protagoniste la val Trompia e la val Sabbia ma coinvolge di fatto 25 comuni del territorio, rappresenta un’opportunità unica per questa area. Un “ponte” verso poli limitrofi come Brescia, le aree dei laghi di Garda e d’Iseo, capace di attrarre turisti che amano scoprire il territorio e le sue bellezze in modalità slow, pedalando.

Guarda il video

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here