Interbike 2019 non si farà: la più rappresentativa delle fiere della bicicletta del continente americano salta un turno. Almeno un turno: Emerald Expositions, responsabile della sua organizzazione, parla di un ritorno nel 2020 con una formula differente, ma ancora tutta da trovare.

 

Perché cancellare Interbike 2019

Le motivazioni, come sempre, sono complesse e a noi giungono addolcite e riflesse da un continente all’altro.

Se è già difficile comprendere i fenomeni che vanno delineandosi in casa nostra, figuriamoci intuire uno scenario distante come quello statunitense. Tuttavia, nelle parole di Darrell Denny, executive vice president di Emerald Expositions, rimbalzate su vari media di settore, si colgono dei comuni denominatori con quanto accade anche in Europa.

Prima di tutto, è cambiato il mercato e, con esso, il tipo di pubblico: anche Interbike 2019 rischiava dunque di riproporre una formula “bollita”, superata dagli eventi improntati all’esperienza “lato utente” che anche in Italia vediamo cannibalizzare la platea della classica esposizione fieristica.

interbike 2019
Interbike © Interbike via Flickr

In tutto ciò, sono cambiate anche le aziende, che spesso, riferisce lo stesso Denny, preferiscono disertare le fiere per organizzare dei propri eventi.

Altro fattore è la supremazia di pochi brand sul mercato a stelle e strisce, con quasi la metà dei 4mila retailer presenti nel Paese che fanno capo allo stesso Marchio, mentre non trascurabile è stato l’impatto sull’intera economia del settore della guerra commerciale tra l’amministrazione Trump e la Cina.

Sebbene vi sia stato un recente allentamento delle pressioni, sui prodotti legati alla bici vi è comunque molta incertezza ed una spada di Damocle pendente per il 2019 che ha influito sulle scelte di molti brand ciclistici.

interbike 2019
Interbike © Interbike via Flickr

Nel 2020 una nuova formula (forse)

Sul futuro di Interbike non è stato detto molto: l’unica cosa certa è che, se verrà riproposto e se a farlo sarà l’attuale organizzazione, avrà una connotazione differente.

I punti sui quali agire identificati da Emerald Expositions ruotano essenzialmente attorno ai costi: dalla scelta del località ospitante, ai collegamenti possibili (già oggetto di trasferimenti nel recente passato da Las Vegas a Reno), al periodo dell’anno, già nel 2018 oggetto di discussioni in merito ad uno spostamento in agosto.

Denny ha confermato che “di sicuro non ricucineremo la stessa torta” e ha affermato che una nuova versione di Interbike dovrà venire molto più incontro ai budget delle aziende.

Quello che traspare è che vi è attesa per una soluzione, ma che non è detto che arrivi: un Interbike 2020, se esisterà, è ancora tutto in mente dei.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here