L’amicizia con Paolo Bevilacqua (più noto come “Paolino”), titolare col fratello Dario del punto vendita e assistenza be bike di Dormelletto, sul lago Maggiore in provincia di Novara, risale a moltissimo tempo fa.

Nata nelle tante ore di allenamento insieme in bici e in strada nel mondo delle gare, la nostra frequentazione è diventata subito anche lavoro. Con la sua lunga esperienza e professionalità, Paolino, ha “messo” in sella centinaia, forse migliaia, di ciclisti tra i quali pure il sottoscritto. Da quasi tre anni, presso il suo nuovo negozio di Dormelletto in provincia di Novara, si prende cura della manutenzione e della vendita di ogni genere di bicicletta ed è diventato un luogo di passaggio obbligato per i numerosi ciclisti che transitano tutti i giorni in quella zona.

Paolino Bevilacqua nel suo negozio di Dormelletto, in provincia di Novara – Photo Credit Roberto Zanetti

L’intervista:

D) Paolino, in breve, ci sembra doveroso raccontare ai nostri lettori la tua storia. Come nasce la passione per la bici e, successivamente, come inizia quella che è diventata la tua professione di meccanico; prima da dipendente e poi titolare di te stesso.

R) La passione per il lavoro da meccanico, prima di tutto per le auto e successivamente per le biciclette, mi ha portato ad amare e praticare il ciclismo in tutte le sue forme. Ho corso per più di dieci anni in mountain bike a livello agonistico per poi passare al ciclismo su strada, partecipando a numerose granfondo nazionali e ad altre gare. Tutto ciò mi ha portato a conoscere il mondo delle corse amatoriali ed altri eventi sportivi. La mia professione nel settore inizia nel 1989 presso un punto vendita in provincia di Varese; dopo oltre vent’anni anni di lavoro come dipendente ho deciso di cominciare la carriera di imprenditore.

D) Quanto ti è servito lavorare per molti anni “sotto padrone” e quale bagaglio di esperienza ti sei portato dietro nella tua nuova attività?

R) La mia esperienza lavorativa “sotto padrone” mi è servita giorno per giorno a conoscere e a capire quanto la bicicletta sia importante per ogni ciclista. Assecondando ogni esigenza e richiesta maniacale ho capito quanto questo mezzo debba essere curato nei minimi dettagli e trattato come parte integrante del ciclista stesso.

Paolino mentre assembla un telaio da corsa – Photo Credit Roberto Zanetti

D) Sappiamo tutti come sia delicato il momento attuale dell’economia e del lavoro.Facci un bilancio di questi primi tre anni “in proprio”; li pensavi così o in modo diverso?

R) Certo che il delicato momento economico che stiamo vivendo non stimola ad intraprendere diverse carriere, soprattutto quella di lavorare in “proprio”. Tuttavia, dopo averci pensato per parecchio tempo, la consapevolezza nelle mie capacità professionali ed il mio consueto ottimismo – tre anni fa – mi hanno convinto ad aprire il punto assistenza e vendita “be bike”. Ad oggi non solo posso confermare le mie aspettative, ma sono orgoglioso di constatare che il lavoro è in continua crescita grazie ad un numero sempre più elevato di nuovi clienti.

D) Hai creato una location a “misura di ciclista”: piccola, dinamica ed efficientissima. Pensi un giorno di espanderti e allargarti cercando altrove una soluzione più grande o preferisci restare nel piccolo?

R) Il punto assistenza e venditabe bike” è stato pensato e voluto proprio in questo luogo perché è meta di “passaggio obbligato” da migliaia di ciclisti della zona e non solo. Gente che ama pedalare sulla sponda piemontese del lago Maggiore, ambita anche da molti turisti stranieri. Ad oggi, anche se la mia location a volte risulta essere un pò strettina, preferisco comunque un luogo a misura d’uomo affinché io possa seguire ed assistere personalmente ogni cliente.

Esposizione di caschi e scarpe all’interno del punto vendita – Photo Credit Roberto Zanetti

D) Ultima domanda, Paolino. Come hai selezionato e scelto i marchi che tratti in negozio? Pensi di integrarne ancora o ritieni di essere a posto così?

R) La mia scelta per i due marchi principali di bici, Orbea ed Hersh, è stata dettata principalmente dalla validità dei prodotti, dalla completezza della gamma offerta e dalla volontà di avere una esclusiva di zona. Per il prossimo futuro ho piena fiducia nelle opzioni selezionate fino ad ora.

Grazie per averci concesso questa intervista e buon lavoro, ciao Paolino.

Guarda il video di Paolino mentre monta un Tubeless Schwalbe  su una ruota MTB

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here