Electrom è una bici elettrica progettata per offrire il maggior numero possibile di confort pur mantenendo lo status legale e i vantaggi di una bicicletta.

Lo steampunk 

Guardando Electrom mi viene subito in mente quel filone narrativo conosciuto come steampunk e definito attraverso lo slogan “come sarebbe stato il passato se il futuro fosse arrivato prima”. Oggetti ed invenzioni steampunk possono raggiungere alti livelli di tecnologia ma utilizzando metodi non digitali bensì analogici, solitamente con un forte richiamo all’epoca vittoriana. Se per noi un computer portatile è un piccolo e silenzioso dispositivo, in stile steampunk sarebbe un grosso ed affascinante macchinario pieno di ingranaggi e che sbuffa vapore

Una bici comoda come una moto

Questa bici elettrica ricorda i veicoli di alcune pellicole come Gattaca o Wild Wild West,  film che hanno vari elementi dello stile steampunk. La somiglianza con questo genere probabilmente è solo un caso in quanto lo scopo della sua curiosa forma è quello di raggiungere la comodità di un’auto pur restando una bicicletta. Avevamo già visto simili idee prendere forma (vedi Iris), anche se Electrom è forse più simile ad un cosiddetto scooterone piuttosto che ad un automobile. Ovviamente questo non è un male, sembra anzi una strada più percorribile e più sensata.

via indiegogo.com

Peccato per il peso

Electrom si guida orizzontalmente da seduti attraverso le due manopole verticali poste lungo i fianchi. Può trasportare fino a due persone, sembra molto divertente e anche le specifiche tecniche dichiarate sono davvero interessanti. Il telaio è in alluminio con parti del corpo in fibra di vetro e di carbonio; ha pochissime parti mobili e utilizza principalmente componenti disponibili in qualsiasi negozio di biciclette, per mettere l’utente nella condizioni di riuscire a trovare sempre i pezzi di ricambio. Nota dolente il suo peso, che senza batteria raggiunge i 55 kg.

via indiegogo.com

Specifiche tecniche 

Il sistema di assistenza elettrica è a 72 volt con frenata rigenerativa in grado di raggiungere una velocità massima di 60 km/h ma regolabile per adattarsi alle leggi locali. Posto di guida anch’esso adattabile per ciclisti che vanno da un’altezza di 152 cm fino a 200 cm, protetto da una cupola in fibra di vetro sulla cui estremità è posizionato un computer di bordo. Ovviamente luci LED integrate e un supporto per il parcheggio del tutto simile agli scooter. Altro pezzo forte è lo spazio di carico posteriore che può raggiungere i 100 lt, oppure può essere rimosso per lasciare spazio ad un altro passeggero

 

Electrom ha raggiunto il goal su Indiegogo e dovrebbe iniziare questa primavera ad evadere le spedizioni per chi ha partecipato alla campagna. Tutti gli altri devono aspettare per avere più info, anche se il prezzo finale dovrebbe aggirarsi intorno ai 5000€, a seconda del modello.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here