MIG-S è un’attraente E-MTB, studiata per superare con il minimo sforzo le salite più ostiche in off road oppure scendere “a tutta” da veloci e sconnesse pendenze.

Ducati MIG-S

PH Credit Roberto Zanetti

Fin da piccolo, vivendo molto vicino ad una famosa pista di motocross (il mitico Maggiora Park), ero attratto da un certo genere di moto e da quei piloti leggendari che – agli occhi di un bambino – apparivano come dei supereroi. Proprio per questo motivo gran parte del nostro test si è svolto nelle colline adiacenti al Mottaccio del Balmone, il motodromo di Maggiora (in provincia di Novara) che ha scritto la storia di questo sport spettacolare. A farci compagnia su e giù dai sentieri la MIG-S, adrenalinica E-MTB firmata Ducati in collaborazione con Thok E-Bikes.

PH Credit Fabio Dotti

Una full suspended che ci piace definire “inedita” per la categoria della pedalata assistita, caratterizzata dalla diversificazione delle ruote (29” anteriore e 27,5” posteriore) e da quell’alone di fascino sportiveggiante del marchio Ducati impresso sul tubo obliquo. Proprio per questo ci siamo trovati in diverse circostanze ad essere notati dagli appassionati che, incuriositi da un qualcosa mai visto, cercavano di capire meglio di quale mezzo si potesse trattare. All’apparenza poco bici e più moto, la MIG-S è a tutti gli effetti un’E-Bike ricca di contenuti innovativi e di soluzioni tecnologiche all’avanguardia anche se poi, in buona sostanza, per farla muovere bisogna pur sempre pedalare.

La nostra prova

PH Credit Fabio Dotti

Nati ciclisticamente “stradisti” ogni volta che ci troviamo a lavorare sulle “ruote grasse” proviamo quel pizzico di eccitazione che solo l’off road è in grado di dare. Due modi differenti di vivere la bici, un approccio più spartano ma anche rilassato, meno agonistico della bici da corsa, che regala sensazioni uniche di libertà. Tutto ciò si accentua se il mezzo in questione è una E-MTB come la MIG-S che ci ha permesso di andare oltre i propri limiti, di godere di quella strana follia tipica delle moto da cross o da enduro. Evoluzioni, salti, buche, radici, sassi non sono un problema grazie alla ruota anteriore da 29” che spiana come un carrarmato tutto ciò che si trova difronte. Inoltre, un assetto ribassato dal posizionamento sotto il tubo obliquo della batteria Shimano da 504 Wh ci ha permesso di ottimizzare la maneggevolezza di una bici non propriamente leggera (circa 22,5 kg nella tg. M, il modello testato), unica pecca riscontrata in un giudizio complessivo che riteniamo molto buono, anzi ottimo.

D’altra parte, visto l’ingegneria costruttiva Ducati Powered by Thok alla base di questo ambizioso progetto, c’era d’aspettarselo. La MIG-S è predisposta con accessori come la forcella Marzocchi Bomber Z2 (150mm di escursione) e la sospensione centrale Fox Float TPS (140mm di escursione) montati di serie sulle tradizionali MTB da competizione. Proprio per questo, vedendo la presenza del comodissimo reggisella telescopico, avremmo gradito che nella dotazione di serie ci fosse anche un comando remoto al manubrio (lock-out) per calibrare più agevolmente il sistema di ammortizzazione di entrambe le sospensioni durante la corsa. Questo piccolo ma utilissimo optional sarebbe stato molto utile nelle fasi più impegnative del trail. Principalmente in discesa su terreni molto sconnessi, pieni di buche e sui sassi oppure durante le performance in velocità, quando la concentrazione alla guida del mezzo deve essere massima e ogni piccolo errore può costare molto caro.

Tanto motore e molto altro…

PH Credit Roberto Zanetti

Anche i componenti con cui la MIG-S è assemblata derivano da brand di assoluto rilievo a partire dal kit elettrico composto dall’infaticabile motore Shimano Steps E8000, autentico “uno fisso in schedina” quando si vuole dare qualcosa in più ad una E-MTB già potente di suo. Prima abbiamo accennato alla batteria che, pur non essendo integrata nel telaio come quasi tutti i modelli recentemente proposti da altri marchi, a nostro parere non stona per nulla nel contesto estetico della bicicletta. E’ pur vero che i gusti sono gusti, ci mancherebbe, ma a noi piace. Poi se andiamo ad analizzare l’autonomia in regime di assistenza Eco crediamo che nessuno, davanti agli oltre 100/110 km effettivamente pedalati, possa dire qualcosa in contrario. Logico che spingendo forte in salita su Trail e Boost il consumo aumenta (soprattutto su Boost) e la resa chilometrica tende a diminuire. Qui allora entra in gioco l’abilità del biker nell’utilizzare quello che noi chiamiamo “il giusto equilibrio tra motore, assistenza e cambiata”: più s’intuisce questo fine meccanismo di spinta e trazione, maggiore sarà il piacere di pedalare in elettrico e alle volte (nel nostro caso molto spesso durante il test) anche a motore spento.

Proprio il perfetto meccanismo del cambio Sram SX a 12 velocità (11×50 i rapporti inseriti nella cassetta) permette di sfruttare in pieno la scelta della scala pignoni per arrivare a scalare le rampe più ostiche su ogni superficie sterrata o, nell’occorrenza, anche su asfalto. Sostanzialmente cosa cambia pedalando con la sola forza muscolare delle gambe? Ovvio, se non si è preparati ed allenati, un po’ più di fatica nel portare in giro un peso maggiorato ma il divertimento resta identico. E quando si vuole aprire il gas basta premere un pulsante del pratico LCD al manubrio, inserire la forza del motore e pedalare. Cos’altro chiedere alla MIG-S? Nulla, va bene così.

Ruota anteriore da 29″ – PH Credit Fabio Dotti

Caratteristiche tecniche

– Telaio: alluminio 6061 con 140mm di escursione posteriore, parti forgiate e lavorate in CNC con tubi idroformati a spessore variabile – Motore: Shimano Steps E8000 (250Watt – 70Nm – 2,8kg) – Batteria: Shimano – 504Wh – Forcella e ammortizzatore: Marzocchi Bomber Z2 – Air, 150mm customized tuning anteriore. FOX Float DPS – 140mm customized tuning posteriore – Carro posteriore: TPS Thok Progressive System – Freni: Sram Guide T – 4 pistoni – Dischi da 203mm – Cerchi: Thok e-plus – 29” anteriore e 27,5” posteriore – Pneumatici: MAXXIS Assegai 29″x2.6 EXO+, TR, 3C anteriore. Assegai 27.5″x2.6 EXO+, TR, 3C posteriore – Reggisella: telescopico, KS E20I con lock out al manubrio (125-150 mm) – Manubrio: Thok oversize da 780mm, Ø 35mm, rise 20mm – Peso: 22 kg (taglia M senza pedali – dichiarato dal costruttore) – Prezzo: Euro 4.699,00 al pubblico, IVA inclusa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here