Da piccolo mi chiedevo spesso come mai le cyclette avessero il manubrio diverso rispetto alle biciclette normali. Queste alte “corna” che mi incuriosivano oggi so che consentono soprattutto alle braccia, e volte anche alla testa, di poggiarsi su di loro per meglio adattarsi allo sport indooor, visto che equilibrio e senso della  vista non sono strettamente necessari sulle biciclette statiche.

Tuttavia il design delle cyclette è molto interessante e sicuramente offre diversi spunti per renderlo applicabile anche in altri contesti. I progettisti della Culprit potrebbero aver fatto un’analisi di questo tipo prima di sviluppare una coppia di interessanti prodotti, supportati da  sacrifici, studi e sforzi non solo per una finalità estetica ma anche e soprattutto funzionale e aerodinamica.

Culprit Covert e AeroBars  è un sistema capace di rendere più rapido e confortevole viaggiare in bicicletta. Adatto soprattutto a chi copre lunghi tratti e a chi vuole andare veloce, si compone di una cover copricavi in carbonio (a scelta) che permette di riordinare e raccogliere i fili nella parte anteriore della bicicletta, di una coppia di barre orizzontali, anch’esse in carbonio (a scelta), e di un kit sottosellino.

Culprit ha pensato davvero a tutto: grazie a chiavi, cacciaviti e accessori vari presenti nel kit, possiamo montare la cover e le barre orizzontali, senza bisogno di procurarsi altro. La cover (disponibile in diverse dimensioni) è una versione aggiornata di un precedente modello a cui sono state fatte delle modifiche per migliorarne il rapporto con l’aria  durante la corsa.

Le barre invece sono nuove e permettono al ciclista di assumere una posizione più aerodinamica e confortevole, adatta per lunghi tratti dove nel tempo spesso si verificano problemi di scomodità. Personalizzabili in altezza, inclinazione  e posizionamento orizzontale, le barre vengono montate ai lati della cover e sono dotate di una coppia di poggia-avambracci che consentono di distribuire meglio il peso della parte anteriore del corpo e migliorare di conseguenza le prestazioni personali.

Proprio le prestazioni sono state al centro delle analisi dei progettisti Culprit, che hanno dimostrato come l’utilizzo del sistema sia più performante  rispetto ad altri. E’ emerso ad esempio che le AeroBars unite alla cover copricavi possono aumentare l’efficienza di un ciclista e fargli risparmiare 17 secondi su di una prova a cronometro 20 minuti a 48 km all’ora.

La campagna Culprit è aperta su indiegogo e per il momento si mantiene con dei prezzi più che abbordabili per le versioni base , offrendo la cover a 60$ (51€), le AeroBars a 70$ (60€) e il kit a 65$ (55€).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here