Essere eletta città “bike friendly” è un’ambizione contagiosa, anche grazie alla crescita delle politiche pro-bici: Fiab assegnerà le bandiere gialle ai ComuniCicalbili a dicembre, ma fino al 31 ottobre c’è tempo per le iscrizioni.

Diverse le iniziative anche nel campo della formazione rivolta alle amministrazioni interessate a gestire una mobilità a due ruote, mentre prosegue al collaborazione con INU, l’Istituto Nazionale di Urbanistica.

comuniciclabili fiab
comuniciclabili fiab – via ComuniCiclabili on Facebook

ComuniCiclabili 2019, presto le nuove bandiere gialle

La prima edizione di ComuniCiclabili indetta da Fiab, Federazione Amici della Bicicletta, aveva assegnato la bandiera gialla a ben 69 comuni italiani, dando a ciascuno uno valutazione da 1 a 5 bike-smile.

Le valutazioni, espresse a proposito dell’impegno profuso per lo sviluppo della mobilità in bicicletta, ricalcano un po’ la dinamica delle bandiere blu assegnate alle località balneari: più la possibilità di andare in bici è buona, più si ottengono punti.

Quest’anno le candidature rimarranno aperte per i comuni interessati fino al 31 ottobre, mentre le votazioni avverranno in dicembre.

ComuniCiclabili

 

      Leggi anche:

      Madrid a misura di bici: approvato il nuovo piano di mobilità

 

Torna anche la Scuola dei ComuniCiclabili

Il 23 novembre cadrà invece un interessante appuntamento to per tutti quegli amministratori pubblici che vorrebbero capire meglio come gestire determinate situazioni di mobilità.

Fiab organizza infatti a Cortona un seminario della Scuola dei ComuniCiclabili, proponendo l’esame di una serie di casi studio che andranno dalla mobilità ciclabile urbana al cicloturismo: protagonisti, una serie di comuni toscani.

In programma le esperienze di Firenze e dell’autostrada ciclabile che la collega a Prato, il caso di Grosseto, i progetti europei legati al turismo ed alla moderazione degli accessi al traffico nel tessuto urbano di Castiglione della Pescaia e la testimonianza di Follonica sul cicloturismo.

ComuniCiclabili

      Leggi anche:

      Riforma del Codice della Strada, FIAB si appella ai parlamentari

 

Fiab e INU insieme alla Triennale di Milano

All’interno della XV edizione di Urbanpromo “Progetti per il Paese del 21 novembre troverà collocazione il convegno “Ciclovie nazionali, locali e territori”, parte anch’esso del progetto ComuniCiclabili.

L’iniziativa è portata avanti nel merito della collaborazione tra la Federazione e l’INU, l’Istituto Nazionale di Urbanistica, con lo scopo di elaborare una strategia comune per la pianificazione territoriale e la mobilità che si basa sulla bicicletta

 

      Leggi anche:

      Istituto Nazionale di Urbanistica e Fiab: città a misura di bici

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here