Con le proposte basate sul ciclismo le Dolimiti, nominate da anni “Patrimonio dell’Unesco”, sono pronte ad accogliere tutte le diverse tipologie di turisti sulle due ruote a pedali.

Il Sella Ronda

Panorami unici e natura incontaminata, questo è il gruppo del Sella, nel cuore delle Dolomiti. Per tutti gli appassionati di mountain bike speriamo sia possibile – nella prossima primavera – godersi i quattro passi del comprensorio utilizzando gli impianti di risalita lungo il Sellaronda MTB Tour. Questo è per l’appunto il tracciato panoramico intorno al monumentale Gruppo del Sella, che unisce la pratica della MTB con l’escursionismo guidato e assistito agli impianti di risalita; uno degli scenari più suggestivi e spettacolari delle nostre Alpi.

Il giro intorno al Gruppo del Sella 

Lo si può compiere in senso orario e antiorario. Per raggiungere i passi di Gardena, Campolongo, Pordoi e Sella i biker potranno servirsi dei moderni e veloci impianti di risalita, attrezzati ovviamente per trasportare anche la mountain bike. Le partenze sono previste da tutti i paesi a fondo valle; quindi chiunque potrà scegliere il punto di partenza più comodo tra Corvara, Arabba, Canazei, Campitello e Selva Val Gardena.

Tre proposte differenziate

L’offerta è differenziata e permette ad ogni tipo di ciclista di divertirsi su e giù per i quattro passi dolomitici. Con il Sellaronda MTB Tour si possono affrontare i giganti delle Dolomiti, in modo particolare per coloro che hanno una buona dimestichezza con la MTB e riescono ad affrontare facilmente le asperità delle discese piuttosto tecniche. Anche la variante Gourmet è riservata ai biker già esperti, con salite e discese aventi un livello medio/alto di difficoltà. In questo caso, però, però si possono recuperare le forze con i menu studiati appositamente per coloro che affrontano i Monti Pallidi. Vere e proprie delizie servite nei cinque rifugi che aderiscono al programma, con portate ad alto contenuto calorico e soprattutto ricche dei tipici sapori altoatesini.

PH Credit Irmo Keizer

Per i meno allenati è stato invece disegnato l’E-bike Tour, dove la “E” sta per electric.  Ovvero il tour panoramico guidato con la mountain bike elettrica, dove si potrà salire con facilità attraverso gli impianti per poi andare alla scoperta delle baite e per godersi appieno il paesaggio dolomitico. Infine, per completare il divertimento, sarò possibile scendere senza troppo affanno su strade forestali e asfaltate.

A chiudere l’ampia offerta troviamo il Tour Gravity

Una specialità e un percorso creato per chi è sempre alla ricerca di emozioni forti e all’adrenalina da discesa. Qui non si parla più di giro dei quattro passi ma di single trails mozzafiato. Per l’esattezza sono otto con una lunghezza complessiva di 34 km e 4.570 metri di dislivello. Questi tracciati saranno così in grado di soddisfare le richieste dei biker più estremi e degli amanti dell’enduro, la branca più giovane del movimento della moderna mountain bike.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here