201407297_nibali_podium_1000-bCon l’apertura ufficiale, ieri lunedì 1 agosto, del ciclomercato, si sono susseguiti, nello spazio di poche ore, diversi annunci e importanti cambi di sponsor nel mondo del World Tour.

Quello sicuramente più rilevante, anche se nell’aria, riguarda l’assunzione, da parte del nascente progetto del Team Bahrain, delle bici Merida. “Diventiamo Bahrain Merida Pro Cycling Team» ha detto Brent Copeland, nuovo direttore generale, in uscita dalla Lampre. Ricordiamo che la squadra voluta dal principe Nasser bin Hamad Al Khalifa, ruota attorno al nome di Vincenzo Nibali. Il campione messinese, impegnato in questi giorni alle Olimpiadi di Rio (a proposito, appuntamento per tutti gli appassionati sabato 6 agosto dalle ore 14,30 ora italiana per la prova in linea) lascerà a fine anno l’Astana, team con il quale ha avuto un contrastato rapporto di “odio-amore”, come gli appassionati ricorderanno in occasione, per esempio, del Tour e della Vuelta dello scorso anno.

In qualsiasi caso, e in questo caso i rumors sono diventati certezza con l’ufficializzazione in questi giorni, anche se fosse rimasto alla corte di Vinokourov, Nibali non avrebbe più utilizzato le Specialized. Non tanto per scelta personale, ma perché l’Astana il prossimo anno ha deciso che lascerà il marchio americano per le bici Argon 18. La formazione kazaka, che attualmente ha ancora sotto contratto una folta pattuglia di italiani, tra i quali ricordiamo, oltre allo stesso Nibali, anche Aru, Rosa (entrambi impegnati con Vincenzo alle Olimpiadi), e Agnoli, anche il prossimo anno rafforzerà la propria “vocazione” italiana. Oltre ad Aru, infatti, che ha ancora un altro anno di contratto con il Team, vengono segnalati quattro nuovi arrivi: Moreno Moser dalla Cannondale, Oscar Gatto, Michael Valgren e Jesper Hansen dalla Tinkoff (contratti biennali). Incerto il futuro di Diego Rosa, che probabilmente lascerà Astana ma di cui ancora non si conosce la definitiva destinazione, anche se in molti giurano sia lo squadrone di Sky.

Chiudiamo questa carrellata di “ciclomercato” con la conferma del passaggio di Peter Sagan alla Bora-Hansgrohe. Ieri è stato ufficializzato il suo contratto (tre anni) col team tedesco che il prossimo anno sarà World Tour. Molti tifosi dell’istrionico talento slovacco alla notizia hanno esclamato: “Finalmente Peter avrà una squadra che correrà tutta per lui…”. Intanto, nei boschi dell’Utah Peto sta preparando il clamoroso ritorno al primo amore. Alle Olimpiadi infatti sarà al via nella prova XCO, il 21 agosto. Ci sarà di che divertirsi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here