Tutti noi ciclisti abbiamo a che fare con le sospensioni, chi più chi meno. Certo, se fate downhill è necessario che familiarizziate bene con queste componenti del vostro mezzo, ma fino a quanto ci si può fidare delle proprie sensazioni? Fino a che punto possiamo essere certi del risultato che vogliamo ottenere solamente basandoci sul nostro istinto? E sopratutto, è sufficiente per un tuning professionale? Per raggiungere prestazioni di alto livello, anche (e sopratutto) se siamo amatori, dobbiamo affidarci ai dati. 

sospensioni byb telemetry

Lo stato delle sospensioni in tempo reale

BYB Telemetry è il nome di un nuovo dispositivo tutto italiano, nato a Brescia da un team di esperti del settore, che rileva il movimento delle sospensioni e altri parametri dinamici della MTB mentre si è alla guida, consentendo a chiunque di basarne il set-up su dei dati, invece che, come dicevamo, sulle sole sensazioni del biker.

Attraverso un’applicazione di analisi, verranno fornite una serie di indicazioni utili al fine di ottenere il miglior settaggio possibile delle sospensioni, tenendo in considerazione anche le caratteristiche di guida del rider e il tracciato. 

Enrico Rodella, ingegnere, co-fondatore di BYB Telemetry, e istruttore di downhill, ha usato il sistema durante la gara che l’ha proclamato campione italiano della disciplina (cat. assoluta amatori). Ci spiega:
Tutti vorrebbero avere una bici che sia in grado di affrontare una seziona tecnica senza scomporsi, come quelle utilizzate dai top riders nelle gare di coppa del mondo. Sfortunatamente, questo privilegio è limitato a poche persone. Abbiamo, quindi, progettato BYB Telemetry, perché vogliamo offrirvi un prodotto facile da usare ed intuitivo, che permetta di ottenere il meglio dalle proprie biciclette. BYB Telemetry è simile ai sistemi di telemetria utilizzati dai più grandi team ufficiali nelle gare dell’ UCI World Cup. Il nostro sistema è stato sviluppato nel mondo delle gare, con l’obiettivo di massimizzare le prestazioni e di superare i limiti esistenti di comunicazione tra i rider e i tecnici del settore”. 

BYB Telemetry: uno strumento adatto a tutti

Come dicevamo BYB Telemetry si presta ad essere utilizzato anche dagli amatori che saranno in grado di visualizzare e comprendere in maniera intuitiva il comportamento delle loro sospensioni. Utilizzando i dati al posto delle sensazioni, ogni rider sarà in grado di velocizzare il processo di tuning, massimizzando la sua velocità, il comfort e la sicurezza, durante un weekend di gara o durante una domenica al bike park. 

BYB Telemetry risulta compatto, leggero e può essere montato su una qualsiasi bici da downhill, enduro, cross country e e-bike.

E’ costituito da una coppia di sensori che possono essere installati, grazie ad un set di supporti universali, su ogni forcella e ammortizzatore. La centralina elettronica di acquisizione, che costituisce il cuore del sistema, è resistente all’acqua ed è contenuta in un case di alluminio interamente ricavato dal pieno, mediante lavorazione CNC (per cui non ha punti di giunzione).

In aggiunta, la centralina contiene anche i seguenti sensori: un accelerometro, un giroscopio e un GPS, al fine di ottenere tutti i dati utili all’analisi. Essa comunica via Wi-Fi con un software avanzato di visualizzazione dati (indicato per professionisti e sospensionisti) o tramite un’applicazione smartphone per il setting automatico delle sospensioni (indicato per gli amatori). 

BYB Telemtry è stato appena lanciato su Kickstarter e sarà disponibile da oggi fino al 17 di gennaio: i primi sostenitori che lo ordineranno tramite la piattaforma avranno la possibilità di ottenere degli sconti di oltre il 40% sul prezzo di listino. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here