In questi giorni si respira un entusiasmo meraviglioso. L’estate è alle porte, così anche il ritorno alla libertà ha donato tanta energia e voglia di pedalare.

E’ tempo di ricominciare

Dopo il lungo e forzato periodo di lock down eccoci pronti a ripartire, desiderosi di vivere e respirare aria nuova. Meglio ancora se in bicicletta, sia per piacere che per lavoro, ecologico o di salute al punto che la consigliamo vivamente al posto dell’auto o dei mezzi pubblici. Quindi, proprio in relazione a questo, perché non fare un bel giro in bici per regalarsi un dinamico passatempo sano e semplice? E se dovessimo farlo con una trekking bike a pedalata assistita come la Overland Di2 Sport di Brinke, secondo noi, sarebbe ancora meglio perché la bici elettrica è il futuro. E’ la soluzione ad alcune difficoltà logistiche delle nostre città congestionate dal traffico, delle lunghe e snervanti code per raggiungere l’ufficio nelle ore di punta o anche solo per contrastare i problemi ambientali che ci affliggono ogni giorno. Le distanze si ridurrebbero drasticamente, le salite sarebbero più semplici e potremmo così imparare un nuovo modo di pedalare, consapevole e divertente.

Overland Di2 Sport

Brinke Overland Di2 Sport – PH Credit Roberto Zanetti

Quando i lettori, o più semplicemente i conoscenti e gli amici ci interpellano per qualche utile consiglio di solito ci viene chiesto: “vorrei acquistare una bicicletta, quale modello prendo? Secondo voi cosa mi potrebbe andar bene?”. Noi rispondiamo sempre con una massima che sta alla base di ogni scelta: la bici va comprata in funzione dell’utilizzo! Se si vive in campagna e si pensa di pedalare nei boschi è inutile dire che una bici da corsa non possa fare al caso nostro, scontato che si debba optare almeno per una MTB o una bici con simili requisiti. Idem viceversa, se le caratteristiche del ciclista sono prettamente stradali o turistiche allora è più adatta una specialissima o una trekking bike, predisposta nel modo più idoneo ad affrontare anche molti chilometri “on the road”. Così è anche per la bici da città (muscolare o elettrica che sia), mezzo che sta diventando negli ultimi anni uno stile di vita, un “cult” che fa moda e tendenza. Ecco, la Overland Dì2 Sport è un mix di tutto questo. Passo stradale, comodo telaio idroformato in alluminio 6061-650b, gruppo Shimano Nexus Di2 automatico per viaggiare sulla strada dimenticandosi la levetta del cambio.

Pneumatici tassellati Schwalbe Smart Sam 27.5”x2.25” dotati di rinforzo antiforatura, forcella ammortizzata Suntour Nex e25 HLO 75mm e freni a disco idraulici per affrontare anche lo sterrato. Agilità, design e un affidabile kit elettrico Shimano (nuovo motore E6100 e batteria da 500Wh) per districarsi con classe nel caos delle metropoli. Duttilità d’utilizzo e grande autonomia in regime d’assistenza “Eco” (circa 130 km effettivamente pedalati sul misto pianura/collina/sterrato compatto) sono dei validissimi motivi che ne giustificano già da soli l’acquisto. Se poi consideriamo che il periodo è ottimo per investire – soprattutto in città – in un mezzo ecologico sfruttando il “Bonus Bici” concesso dal Governo o approfittando dell’iniziativa “Distanti ma liberi” promossa da Brinke e valida fino al 30 giugno (di cui abbiamo ampiamente parlato nel test della X5R+), allora a questo punto non bisogna perdere tempo è cogliere al volo una bellissima occasione per cominciare a pedalare seriamente. Lo stesso discorso è logicamente applicabile a tutta la “famiglia Overland” anche nella versione XT (cambio meccanico Shimano di ottima qualità ma solo manuale). Quindi, oltre ai modelli Di2 ed XT tradizionali con tubo orizzontale, la gamma si completa con le due Overland a scavalco basso. Una geometria di telaio indicata ad utenti che vogliono la praticità, magari piccoli di statura alla ricerca della pedalata più agile o al pubblico femminile.

Il nostro test

PH Credit Roberto Zanetti

La prova della Overland Di2 Sport si è svolta in modo anomalo rispetto al protocollo tradizionale dei test a cui siamo abituati, potremmo dire quasi naturale ed involontario, senza bisogno di cercare percorsi o itinerari particolari dove andare a pedalare. Spieghiamoci meglio perché, detto così, potrebbe sembrare che abbiamo lavorato sul teorico ed invece è stata proprio la strada a darci le indicazioni più attendibili e veritiere. Sfruttando il clima oramai mite è bastato usare la Overland al posto dell’automobile per spostarsi nei centri urbani ed avere subito i consensi della gente. Un po’ incuriositi dall’elegante livrea e un po’ sorpresi dall’agilità con cui ci si muove in bicicletta, soprattutto se a pedalata assistita, siamo stati assaliti dalle domande di molti curiosi che si volevano informare sulle caratteristiche di questa accattivante trekking bike. Una bicicletta polivalente che permette al “ciclista elettrico” di sfruttare tutto il suo potenziale nelle diverse occasioni in cui viene utilizzata, con il grande valore aggiunto del motore e della tecnologia di cui è dotata. Piace moltissimo l’idea, rapportata al cambio automatico presente sulle macchine, del nuovo Shimano Nexus Di2 a cinque velocità integrato nel mozzo della ruota posteriore (impostabile, comunque, anche manualmente). Basta restare concentrati sulla guida per godersi un’uscita in bici più rilassata al punto che, andare al lavoro in bicicletta, potrebbe essere motivo di svago e spensieratezza. Questa è effettivamente la mission che Brinke vuole infondere alla propria clientela; l’E-Bike vista come mezzo alternativo ed integrante della nostra vita quotidiana. Addirittura, come nel nostro caso, è stato un ottimo strumento per il recupero all’attività motoria dopo un lungo periodo forzato di stop dovuto ad un intervento chirurgico. La ripresa totale di tutte le funzioni dei distretti muscolari è passata proprio dalla bici, lo sport che pratichiamo abitualmente ogni giorno. Vi possiamo garantire che, poterlo fare con la pedalata assistita, ci ha agevolato non poco soprattutto velocizzando la convalescenza rendendola meno pesante.

Una trekking di gran classe, sobria ed elegante

Oltre alle già decantate qualità descritte in precedenza la Overland Di2 Sport si avvale di un design ricercato, una posizione di guida volutamente alta e confortevole favorita anche dalla facile regolazione del comodo attacco manubrio snodato. Una posizione di comando dove tutto è sotto controllo, quasi predominante nei confronti della strada. Passo lungo, stabilità, scorrevolezza azzerano l’incidenza del peso che passa come dato di scarso rilievo.

Una volta fermi ed appoggiati i piedi a terra basta posizionare la bici sul pratico cavalletto laterale sinistro per parcheggiarla ovunque senza ingombro eccessivo. Livelli di assistenza a parte e cambio automatico Shimano Nexus – la Overland Di2 Sport – per chi ne avesse piacere può essere utilizzata anche a motore spento. Basta azionare il cambio e logicamente ricordarsi di pedalare. E’ una battuta ma, a prescindere dal compatto motore elettrico Shimano E-6100 di nuova generazione, dalla sua potenza o dalla forza muscolare del cilclista, la Overland Di2 Sport resta sempre e comunque una bicicletta.

Taglie e prezzi

I modelli Overland in catalogo sono disponibili nelle taglie S, M, L nella versione Di2 Sport (quella classica da noi testata con tubo orizzontale) e Comfort (con “scavalco” basso) a euro 3.550,00. Nella versione XT (quella classica con tubo orizzontale e quella con “scavalco” basso) a euro 3.350,00. Le potete trovare sul sito www.brinkebike.com o presso i rivenditori autorizzati Brinke. Ovviamente i prezzi s’intendono a listino IVA inclusa; scontistiche o promozioni speciali a parte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here