CHUMBABikepacking è un modo di viaggiare in bici, caricando i bagagli in borse legate direttamente al mezzo. Le borse si installano facilmente sulla bici preferita, non serve un mezzo predisposto, rispetto alle soluzioni portapacchi + borse laterali, il  bikepacking offre la possibilità di affrontare  raid, percorsi adventure, compresi fuoristrada. I kit di borse sono pensati per distribuire al meglio il carico, riducendo l’ingombro laterale e mantenere invariato, anche con i bagagli, il  baricentro. Questo permette di avere un mezzo decisamente più facile e sicuro da guidare, con distribuzione dei pesi molto simile a quella senza bagagli,  un minore ingombro laterale e una minore resistenza aerodinamica. Vantaggi che si apprezzano sia su percorsi stradali, con maggiore maneggevolezza e facilità di conduzione in curva e frenata, ma soprattutto nei fuoristrada e nei passaggi stretti e tortuosi, sullo sconnesso e terreni difficili, come sabbia, fondi incoerenti, neve.

https://youtu.be/ammQv7sd4t8

Liberi di viaggiare, alla scoperta di nuovi percorsi, immersi nella natura,  sembra essere questo il senso del bikepacking, che si sta sviluppando e declinando in vari modi: da soli,in coppia  o in gruppo, approccio competitivo, magari anche solo con se stessi, visto che in genere  non sono previste classifiche, oppure conoscenza dell’ambiente e territorio, su percorsi come quelli censiti su  UBA ( Unsupported Bike Adventure), o eventi locali e festival,  c’è spazio per tutti nella ricerca di nuove emozioni.

I kit più diffusi prevedono 3 borse principali, sottosella, da telaio e da manubrio.

KitLa borsa sottosella,si lega con lacci al telaio della sella e al tubo reggisella, a seconda dei modelli arriva fino a 15-18 litri,importante verificare che,una volta caricata, ci sia la distanza di sicurezza dalla ruota posteriore.La borsa da telaio si posiziona sotto il tubo orizzontale, ci sono modelli che lasciano libera la zona dei portaborraccia,altri che arrivano fino al movimento centrale.Disponibili in diverse dimensioni  e capacità a seconda della taglia della bici e alla forma del telaio.La borsa da manubrio si fissa direttamente con lacci, al manubrio, il volume può arrivare a 20 litri, meno se si usa il manubrio corsa che è più stretto rispetto a quello mtb.

Molto utili anche i borselli da fissare alle estremità superiori del tubo orizzontale, uno allacciato al tubo sella l’altro all’attacco manubrio. Ci sono anche borse cilindriche da fissare parallele ai lati della forcella, in genere su appositi supporti o in alternativa miniborse aggiuntive fissate mediante lacci al manubrio. A seconda delle borse installate e dei modelli si arriva ad avere una capacità di 40-50 litri, corrispondente alle tradizionali 2 borse posteriori con portapacchi, se ancora serve spazio si può pensare ad un piccolo zaino sulle spalle, mettendoci gli oggetti più leggeri per non intaccare il confort della pedalata. Tutto dipende dallo spazio che serve per stivare i bagagli, in genere la tendenza è limitare il peso e volume dell’equipaggiamento, utilizzando prodotti tecnici dedicati.

I produttori maggiormente rappresentativi del settore sono: Alpkit, Apidura, Bikepack, MissGrape, Ortlieb, Revelate e Rusjan.

Tipo di ambiente da attraversare, giorni previsti e lunghezza, periodo stagionale e condizioni climatiche, in autonomia con tenda o utilizzo di punti tappa con alloggio, sono elementi che influenzano la composizione dell’equipaggiamento. La lista delle cose da portare deve essere valutata con estrema attenzione, anzi è uno degli aspetti più complessi di ogni viaggio, non è possibile fare un discorso generale, si tratta di valutazioni in base ai bisogni e necessità individuali e alle precedenti esperienze. In previsione del maggior peso è consigliabile aumentare leggermente la pressione degli pneumatici, senza naturalmente superare quella massima ammessa. Esistono tabelle e App che permettono di calcolare la pressione indicata in base alla misura della gomma,peso totale (bici+ciclista+bagagli) e tipo di percorso prevalente. Nel caso di bici ammortizzata, è importante controllare e regolare  la taratura delle sospensioni e il Sag in assetto di viaggio con bagagli caricati,per avere le migliori prestazioni di tenuta di strada e confort di marcia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here