In anticipo rispetto a qualsiasi ottimistica previsione, Paganella Bike Area ha già aperto i numerosi trails del comprensorio di Molveno, Fai e Andalo.

Welcome to the playground

Riapparsi i terreni resi fangosi dalla neve appena sciolta e nonostante i dubbi legati al Covid-19, lo staff della Paganella Bike Area ha già aperto la stagione alle “ruote grasse” prima delle altre località di montagna. Con i suoi 80 km di trail e otto impianti di risalita è considerata dai biker una delle migliori mete in Europa, sicuramente tra le top three in Italia. Nel weekend appena passato e in quello del 14-15 giugno saranno accessibili tutti gli impianti, per poi rimanere aperti anche tutta la settimana dal 20 giugno in avanti (salvo modifiche).

Le novità

Tra le novità di quest’anno è possibile acquistare il Bike Pass in internert. Basta accedete al sito, acquistate il Bike Pass, ritirarlo alla pick.up Box o alle biglietterie alla partenza degli impianti e, volendo, ricaricare la card direttamente on-line. Oltre al E-Bike Pass i bikers troveranno tredici postazioni di ricarica per le E-Mtb (batterie Bosh, Yamaha e Shimano), disponibili all’esterno dei Bike Chalet e delle malghe (già tutte aperte e pronte ad ospitarvi durante il “recovery time”), tutte ben segnalate e visibili.

Novità anche per i più piccoli

A Dolomiti Paganella nasce la I° scuola ufficiale di mountain bike con corsi settimanali di tre ore al giorno, durante i quali i bambini dai 4 ai 13 anni potranno apprendere i segreti della guida in MTB. Si potrà scegliere tra tre tipologie differenti di corsi:
– MTB (tecniche di base, equilibrio e abilità motorie in pump track)
– Esploratori (avventure in MTB alla scoperta della natura)
– Downhill (corsi di avvicinamento al gravity; tecniche di discesa sui flow trails).

Sicurezza al primo posto

La sicurezza e la cultura della MTB sono sempre stati argomenti sensibili in Paganella. Sin dall’inizio la Bike area ha lavorato per avere una segnaletica chiara, indicazioni lungo i trail sull’uso del casco e l’utilizzo consapevole dei sentieri, compresa la convivenza con chi cammina. Per la prima volta (nel 2019) in Italia si introduce la figura del “Bike Patrol”, ovvero dei tutor-facilitatori che hanno  il compito di far rispettare le regole, prestare soccorso ai biker che necessitano aiuto, ma anche dare suggerimenti su itinerari e collegamenti. I Patrol saranno tre, riconoscibili dell’abbigliamento, ovviamente in sella ad una bici nelle diverse Bike Park Zone.

Un protocollo da seguire

•       Alle biglietterie, agli imbarchi e in tutti gli spazi comuni, mantienere almeno un metro di distanza
•       Alle biglietterie, agli imbarchi, sugli impianti e in tutti gli spazi comuni è obbligatorio l’uso della mascherina che protegga sia la bocca sia il naso
•       Igienizzare spesso le mani presso gli appositi dispenser che verranno forniti
•       Seguire scrupolosamente le istruzioni del personale
•       Non buttare mascherine e altro materiale nei boschi.
•       Se ci si ferma per una pausa in uno dei nostri Bike Chalet rispettarele le indicazioni.

Guarda il video

Fonte GoNuts Communications

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here