Come scegliere una sella

I punti di appoggio

La scelta della sella più adatta alle nostre esigenze passa attraverso una serie di valutazioni sia della propria conformazione fisiologica sia delle caratteristiche fisiche e dimensionali quali:

  • FATTORE BIOMECCANICO – La forma e la regolazione della sella determinano il modo e l’azione muscolare con cui l’arto inferiore si relaziona con il sistema centrale della pedalata.
  • FATTORE ERGONOMICO – Le dimensioni e la forma della sella determinano la distribuzione del carico sul “cavallo” e sul bacino; tale distribuzione del carico è buona quando vi è un maggior appoggio sulle ossa ischiatiche e minore sulle ossa pubiche (in avanti), e una riduzione della pressione sui tessuti nella zona perineale e genitale. Questo fattore è influenzato in modo determinante dalla posizione che la sella ha rispetto al movimento centrale, al manubrio e soprattutto rispetto alle leve muscolari dell’atleta.
  • EFFETTO AMMORTIZZANTE – La struttura (telaio), i materiali della sella e la sua forma determinano, insieme, il livello di assorbimento di tutte le sollecitazioni verticali provenienti dal terreno.
  • FATTORE ESTETICO – Design, grafica e colori della sella per il pubblico appassionato sono alcuni dei motivi per la scelta finale anche se non dovrebbero essere prevalenti.
  • DIMENSIONI DELLA SELLA – Il bacino è ovviamente la parte anatomica, o meglio ossea, che condiziona la scelta della larghezza di una sella. I punti anatomici corretti su cui dovrebbe normalmente appoggiare il ciclista sono le “tuberosità ischiatiche” e la distanza fra quelle di sinistra e quelle di destra dovrebbe determinare la scelta della larghezza di una sella.
    Sul piano saggitale possiamo rilevare due misure della sella: lunghezza e larghezza che sono misure importanti per determinare la posizione in sella. Una sella troppo larga, troppo stretta o troppo lunga rispetto alle dimensioni del bacino non permette al ciclista di trovare il giusto comfort e di esprimere un gesto tecnico e muscolare ideale nella pedalata. Il panorama che oggi offre il mercato evidenzia una ampia possibilità di scelta che obbliga il ciclista ad approfondire molto seriamente la propria conoscenza prima dell’acquisto stesso. Fino a pochi anni fa la principale caratteristica che distingueva ciascun modello era l’aspetto cromatico oppure le caratteristiche estetiche più evidenti come la presenza o meno del foro anatomico centrale, ma non c’era la possibilità, per esempio, di scegliere la misura corretta.
    Oggi la maggior parte dei modelli è offerto in misura small, medium e large e presenta dimensioni variabili in lunghezza da 25- 26 cm a 30 cm e in larghezza da 12,5 a 15-16 cm.
    La larghezza della sella condiziona in modo importante il comfort ma anche l’avanzamento e l’arretramento della gamba.
    Le considerazioni fin qui riportate evidenziano come il tipo di sella possa condizionare anche in modo importante l’assetto e la posizione biomeccanica del ciclista con conseguenze sulle performance e sull’efficienza muscolare stessa. (continua)