Sam Pearce è un giovanotto di inglese che si è pomposamente (e scherzosamente) addossato il merito di aver (re)inventato la ruota. Non è cosa da poco per un inventore, visto che proprio alla ruota molti pensatori hanno fatto risalire la nascita dell’uomo moderno e considerata quella invenzione come la più importante della storia.
Sam Pearce non è matto, ne megalomane ed ha forse ragione. Il suo merito è quello di aver ideato una ruota da 20’ ammortizzata grazie a raggi non convenzionali. E’ talmente convinto della bontà della sua idea che ha deciso di aprire una sottoscrizione su Kickstarter, uno dei più famosi crowdfunding del web. In 12 giorni ha già raggiunto il suo obiettivo finanziario, che era quello di ottenere almeno 40.000 sterline per partire con una produzione industriale.
La ruota di Pearce, evidentemente piace, soprattutto a quanti amano la bici da città, spesso leggera ed essenziale e con le ruote piccole (per poterla trasportare agevolmente), proprio per questo sovente priva di qualsiasi mezzo di ammortizzazione. Loopwheels (così si chiama) è geniale e al tempo stesso di un’estetica accattivante. Il cuore del sistema è nei raggi, non più lineari e classici, ma molle circolari realizzate in materiale composito di carbonio, accuratamente sviluppato e testato per dare compressione ottimale e stabilità laterale e resistenza e durata.
I vantaggi di un simile sistema di ammortizzazione, come spiegato perfettamente nel video, sono legati al peso ridotto, al tipo di ammortizzazione, non più lineare ma circolare, in grado quindi di assorbire i colpi anche frontali. Sam ha avuto un’idea che, per sua stessa ammissione, molti altri prima di lui, sin dall’inizio del secolo scorso, avevano provato a percorrere. Il problema, però, è che fino ad oggi i materiali non permettevano una soluzione di questo tipo.

Progetti simili a quello ideato da Sam Pearce e mai realizzati

Come ammette lo stesso inventore, Loopwheels è attualmente adatta soltanto per ruote da 20’, quindi per bici da passeggio o spostamento soprattutto in città. Ci sono stati degli esperimenti su MTB, ruote da 26”, ma il disegno delle molle e i materiali utilizzati devono essere perfezionati. C’è da credere, però, che visto il successo della sua raccolta fondi, Sam avrà le risorse necessarie per aprire una produzione e al contempo un’attività di ricerca in grado di raggiungere gli obiettivi fissati.
Per chi volesse contribuire allo sviluppo di Loopwheels o solo avere ulteriori informazioni: http://www.kickstarter.com/projects/1205277475/loopwheels-for-a-smoother-more-comfortable-bicycle

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here