Una nuova soluzione per convertire una normalissima bici da città in un modello a pedalata assistita

 

Parallelamente alla diffusione di modelli di bici a pedalata assistita, cresce quella di appositi kit che consentono di elettrificarne una tradizionale. Alcuni di questi sono venduti anche all’utente finale. Il livello di competenze necessario per eseguire un retrofit sicuro, tuttavia, rende consigliabile l’intervento di un tecnico qualificato. Keklos propone un insieme di componenti waterproof di alta qualità dalle caratteristiche peculiari che lo rendono adatto all’installazione su city bike.

 

13BCaratteristiche

L’azienda ha previsto la soluzione con motore anteriore per diverse ragioni. Dal punto di vista pratico, uno centrale richiede di norma molti più adattamenti per l’installazione; inoltre, su certi telai, l’abbassamento dell’angolo di dosso comporta una maggiore esposizione agli urti. La posizione anteriore alleggerisce il peso e non riduce il feeling della pedalata: sulle pedelec si eseguono molte meno cambiate che sulle bici tradizionali. I motori proposti, differentemente dalla maggioranza, non hanno il cavo che fuoriesce dal mozzo in asse, cosa che lo esporrebbe ad un maggior rischio di tranciatura, indebolisce il perno e spesso presenta il problema di trafilature di acqua all’interno del motore. La batteria può essere collocata sul portapacchi o sul telaio. Keklos collauda ogni componente di ciascun kit su un banco di prova appositamente realizzato, con un carico elettromeccanico regolabile in grado di simulare qualunque grado di pendenza.

 

Tuning finale

Verificare che i freni siano correttamente registrati e che i serraggi siano effettuati a regola d’arte. Controllare che la ruota motorizzata giri correttamente tenendola sollevata: in condizioni ottimali, non devono verificarsi attriti o sfregamenti. Il motore brushless con ingranaggi a basso coefficiente di attrito fa sì che la stessa giri liberamente anche con un minimo sfioramento. Non consegnare la bici al cliente se si presenta qualsiasi impedimento alla rotazione. Tutti i cablaggi sono agevolati da apposite frecce sui connettori, che guidano il corretto orientamento all’inserzione. Inserire il controller nel vano e ripiegarne i cavi nel modo più ordinato possibile evitando pieghe troppo strette degli stessi.

 

Cose da dire al cliente

  1. È consigliabile eseguire un primo viaggio di prova portando al seguito gli attrezzi necessari per eventuali serraggi
  2. Il kit è waterproof IP54, ma non sopporta la pressione dell’idropulitrice e l’immersione
  3. La batteria va ricaricata prima possibile dopo l’uso e non va mai lasciata scarica se si prevede un lungo periodo di inutilizzo
  4. Preservare la bici da cadute e stress che potrebbero danneggiare le componenti elettriche e meccaniche
  5. Far controllare lo stato di cavi e connessioni dopo un lungo fermo

 

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here