dalla padella alla biciScommettiamo che “Dalla padella alla bici -Ricette scattanti per fughe golose” di Francesca Baccani e Roberto Peia (ed. Ediciclo, pag. 240 euro 18.00) sarà un successo, perché gli elementi per esserlo ci sono tutti: la cucina e la bicicletta. Come ogni buon esperto di comunicazione ormai sa da tempo, la cucina è uno degli argomenti che “tirano” per eccellenza e lo stesso, ormai da qualche anno (e per fortuna), vale per il ciclismo. Mettere insieme questi elementi è una “ricetta” esplosiva…
Gli appetiti del cicloamatore e del cicloturista, del ciclista chic e del ciclomovimentista trovano soddisfazione in questo inedito “bicirettario”. Cibi pensati per chi pedala, in città o per scampagnate fuori porta; piatti creativi che si ispirano a città ciclabili, a classici viaggi e ciclovancanze e a grandi corse o  a leggende della bicicletta. Avete voglia di Londra? Non perdetevi la Guinness Cake. Milano è a forma circolare? Ecco a voi la ruota di risi e bisi. Qualcosa di Eroico? Il tonno del Chianti vi farà venire l’acquolina in bocca. Pedalate lungo il Danubio? Fermatevi a gustare una fetta di torta al cioccolato e ai lamponi. E che cosa saranno mai i raggi molli? Le ricette di Francesca Baccani sono tanto divertenti da leggere quanto da realizzare e vi insegneranno anche a preparare panini, dolcetti e rinfrescanti bibite da infilare nei tasconi, nei cestini e nelle borracce per pedalate di tutti i tipi, gite fuori porta e randonné di lunga gittata. E a ricette tanto gustose e scattanti non manca il condimento: delle “buone storie” si è occupato Roberto Peia, l’oste-narratore, che ha raccolto racconti e ritratti tra i tavoloni e dietro le quinte dell’Upcycle Milano Bike Café. Alla fantasia a colori ci ha pensato Laura Fanelli con le sue divertenti tavole “ciclogolose”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here