Da 3600 metri di quota a fondo valle, partenza sul ghiaccio di Les Deux Alpes. In 700, spalla a spalla, fila per fila. Se si chiama Mountain of Hell, un motivo ci sarà.

Vedere una distesa di mtb ordinate su un ghiacciaio, in attesa della partenza – definibile “alla bersagliera”, vale a dire in corsa – fa una certa impressione. Sensazione che non svanisce osservando l’action cam montata sul casco di Fabien Cousinié: neve, pioggia ghiacciata, nebbia. Curve e burroni che si intuiscono all’ultimo secondo.

Il video potrebbe durare anche un’ora, vi assicuro che non staccherete lo sguardo fino alla fine. Che Fabien arrivi primo o quarto (come sarà in effetti) poco importa: il punto è che arrivi.

Definizionione: adrenalinico.

Enjoy!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here