Il tavolo dei relatori in occasione della Conferenza Stampa di presentazione dei Mondiali Toscana 2013 a Roma

Sono state presentate, nei giorni scorsi a Milano, le Nazionali italiane che prenderanno parte ai Mondiali di ciclismo Toscana 2013. Erano presenti alla cerimonia, che si è svolta in una gremita sala del Coni regionale, il presidente della FCI Renato Di Rocco, l’Assessore allo sport della Regione Lombardia Antonio Rossi e il presidente del CONI Lombardia Pierluigi Marzorati. Proprio in occasione dei saluti iniziali, dopo un doveroso omaggio a Franco Ballerini e Alfredo Martini, padri nobili dei mondiali Toscana 2013, l’Assessore Rossi ha ricordato come la bicicletta, nel 2012, ha superato nelle vendite l’auto, confermando un trend di consolidamento del mercato che, in un clima generale di recessione, per quanto riguarda le due ruote è di sostanziale tenuta.
L’attenzione maggiore, e non poteva essere diversamente, è stata per i nominativi snocciolati in rapida sequenza dai tecnici azzurri. Ha cominciato Edoardo Salvoldi, tecnico del settore femminile, quello che in questi hanno ha regalato maggiori emozioni e soddisfazioni, ed ha concluso Paolo Bettini, che ha varato così ufficialmente la Nazionale di Nibali e Pozzato.
Per gli appassionati, la Federazione ciclistica quest’anno, in una logica di contenimento degli sprechi, ha deciso di realizzare il tradizionale booklet per la stampa, con i profili degli azzurri protagonisti ai mondiali, solo su supporti informatici. I PDF reader della pubblicazione è pertanto scaricabile e leggibile sul sito della stessa FCI, al link http://www.federciclismo.it/toscana2013/index.asp. È stata anche realizzata un’applicazione per smartphone e tavoletta, dal nome Federciclismo, su entrambi i supporti IOS e Android.
Il giorno successivo, martedì 17 settembre, c’è stata la presentazione ufficiale dei mondiali Toscana 2013, svoltasi a Roma, al Salone d’onore del CONI, alla presenza delle massime autorità sportive e politiche.
Anche in questo caso, in un immaginario duetto bypartizan con l’assessore Rossi, il ministro Del Rio e il sindaco di Firenze Renzi, hanno ricordato il valore economico e sociale della bicicletta. “La bicicletta – ha detto Del Rio – è il mezzo più veloce negli spostamenti entrò i 4 chilometri oltreché il mezzo democratico e popolare per eccellenza. Su questo dato abbiamo costruito la nostra politica urbanistica quando ero sindaco di Reggio Emilia. Mi auguro che qui Mondiali possano contribuire ad ancora una maggiore diffusione dell’uso della bici“. Il Ministro ha poi elogiato la Federazione ciclistica e il comitato organizzatore per essere stati in grado di realizzare un grande evento sportivo con un evidente contenimento dei costi. Angelo Zomegnan, presidente del Comitato organizzatore, ha infatti ricordato come questi in Toscana saranno i mondiali più economici degli ultimi anni, ma anche quelli meglio organizzati e più efficienti dal punto di vista delle strutture realizzate. Matteo Renzi, a nome di tutte le amministrazioni coinvolte (Firenze, Lucca, Pistoia, Montecatini Terme e Fiesole) ha confermato come questo appuntamento ha permesso di migliorare la rete viaria delle città, elevando la qualità della vita dei cittadini interessati.
Il presidente della FCI Renato Di Rocco, visibilmente soddisfatto per l’attenzione rivolta al ciclismo da parte di Istituzioni e Media in questi due giorni di presentazioni, ha confermato l’impegno della stessa Federazione affinché ciclismo e bicicletta continuino questo percorso in comune, perché l’uso quotidiano delle due ruote, oltre a rappresentare una base di reclutamento per lo sport agonistico, è anche il segreto per una vita sana e un ambiente migliore.
AU

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here