Ci aveva già provato con una e-bike a suo nome ma adesso cambia strategia: il colosso francese degli pneumatici Michelin non vuole lasciarsi sfuggire il crescente mercato della pedalata assistita e lancia Michelin E-Drive in vista del 2018.

Non si tratta di una bici completa, bensì di un pacchetto motore-batteria-pneumatico che permette di retrofittare all’istante qualsiasi bicicletta. In una fase ormai dominata da sistemi “chiusi” e del tutto integrati nel design delle biciclette la scelta di Michelin appare controtendenza ma potrebbe aprirle la strada per tutti quegli utenti che, ad acquistare una e-bike fatta e finita, non ci pensano.

Michelin E-Drive punta infatti sul prezzo, che sarà “economicissimo” e sulla praticità: in una valigetta, che si fissa sull’apposito portapacchi da ruota posteriore e che si trasporta con una mano (non arriva a 3 kg), essa integra motore e batteria. Per la progettazione della stessa Michelin si è affidata a Sasha Lakic, già designer per Piaggio e Yamaha.

Sarà una piccola appendice, simile alla rotellina delle vecchie dinamo, a trasmettere il moto al pneumatico posteriore: grazie ad una dentellatura della stessa e a quella che offre lateralmente il profilo del Michelin Protek UrbanHybridet voilà – la bici si trasforma in e-bike.

Compatibile con dimensioni pari a 26, 28 ed altre, il sistema ha la sua forza nella semplicità e nell’universalità.

Per il resto offre una velocità tipica di 25 km/h per un’autonomia variabile tra i 30 ed i 50 km, avendo una vocazione d’utilizzo prettamente urbana: il tempo di ricarica della batteria, prodotta da Panasonic (36V, 252 Wh), è inferiore alle 3 ore.

Due le modalità di guida e controllo via Bluetooth 4.0 tramite app su smartphone ed accensione tramite pedalata all’indietro.

Il sistema garantisce, secondo Michelin, le stesse sensazioni offerte dai motori dotati di sensori di coppia grazie alla presenza di accelerometri e bassissimi consumi di energia nonché una lunga durata della batteria per l’assenza di picchi di corrente nel funzionamento del sistema.

Michelin pensa che poter installare e disinstallare la valigetta motore in appena 3 secondi e la sua universalità – a patto di avere lo pneumatico adatto – possa essere una carta vincente per la diffusione di E-Drive.

Difficile prevedere una risposta del mercato, anche se intanto il più grande rivenditore di e-bike francese, Wayscral, ha già accettato la distribuzione del prodotto per il 2018.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here