Nella rubrica Bici & Salute proseguiamo l’approfondimento sul massaggio sportivo e sulla sua importanza nella pratica sia amatoriale che agonistica del ciclismo.

Sebbene la povertà di evidenze scientifiche sui reali effetti terapeutici, fisiologici, biologici e psicologici del massaggio sportivo mantenga aperto il dibattito sulla sua efficacia, attualmente questo trattamento è sempre più utilizzato e richiesto, tanto da essere diventato parte integrante ed imprescindibile della gestione e della programmazione della stagione di un atleta indipendentemente dalla sua età, dal sesso e dal livello tecnico raggiunto.

proprietà del massaggio sportivo
Una seduta di massaggi prima della Tappa n. 10 del Tour de France 2017 in un video del Team BMC – Rider: Danilo Wyss – Screenshot via BMC Pro Team on YouTube

L’azione del massaggio è molto complessa e si può dire consti principalmente di tre tipologie di effetti: meccanici, termici ed elettrici.

Questi effetti derivano, a loro volta, dai due particolari tipi d’azione, diretta ed indiretta, esercitati dal massaggio tissutale e dalle quali derivano tutte le proprietà benefiche attribuite al massaggio sportivo.

 

Quali sono le proprietà del massaggio sportivo

Le principali proprietà del massaggio sportivo sono le seguenti:

  • Migliora l’irrorazione tissutale, garantendo, di conseguenza, un miglior approvvigionamento di nutrimento e di ossigeno per i muscoli grazie all’affluenza di sangue “fresco”. Aspetto, questo di fondamentale importanza, nel ciclismo dove il consumo energetico ad alte intensità di lavoro è notevole.

    proprietà del massaggio sportivo
    Una seduta di massaggi prima della Tappa n. 10 del Tour de France 2017 in un video del Team BMC – Rider: Danilo Wyss – Screenshot via BMC Pro Team on YouTube
  • Effetto drenante sul sistema linfaticonon disponendo di una pompa propria, fisiologicamente la linfa circola per osmosi, per gravità e per contrazione muscolare. L’azione del massaggio può migliorare il drenaggio linfatico. E’ attraverso la linfa e la sua rete capillare che avviene la rimozione dei cataboliti prodotti durante un’intensa attività fisica. Questo effetto è di fondamentale importanza per “depurare” il muscolo e per permettergli di lavorare nel miglior modo possibile durante le successive sedute di allenamento oppure durante una competizione.

  • Effetto defaticantesono stati riscontrati, al termine di un’intensa prestazione sportiva e recupero post esercizio fisico, risultati positivi e benefici imputabili al massaggio sportivo nel recupero dalla fatica complessiva muscolare e nel ripristino di una più fisiologica risposta alla contrazione. Il massaggio può, inoltre, impedire che la fatica si accumuli nel muscolo che ha lavorato troppo e per troppo tempo, ottenendo così un lavoro meccanico molto superiore a quello fornito dopo periodi equivalenti di riposo.

Nei prossimi articoli entreremo nel dettaglio di come il massaggio sportivo venga utilizzato in modo specifico durante i diversi periodi della stagione di un ciclista, ma fin da adesso si può capire che tutti possono usufruire degli enormi benefici dati da questo particolare tipo di trattamento, dall’atleta professionista all’amatore, indipendentemente dall’età e dal livello di prestazione sportiva raggiunta.

 

Albero Dalmasso

Alberto Dalmasso ha una laurea magistrale in scienze motorie ed è diplomato alla scuola italiana di massofisioterapia. Lavora da molti anni nel settore sportivo con grande passione e professionalità. La sua missione è quella di far stare meglio e di far rendere al massimo gli atleti, di qualsiasi livello, che richiedono i suoi trattamenti.

Contatti: WebFacebookInstagram

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here