“Pensando al 2009 quando Bosch eBike Systems nacque come start-up del Gruppo Bosch sono orgogliosa di vedere quanta strada è stata fatta e di poter dire che oggi, nel segmento di alta gamma, siamo fra i leader del settore dei sistemi di trazione per eBike. Da un’azienda che si occupa di tecnologia ed innovazione forse è proprio questo che è giusto aspettarsi.

Una continua evoluzione che si traduce nello sviluppo di tecnologie all’avanguardia, offrire soluzioni che vanno ad ampliare la gamma di prodotti esistenti con sistemi e servizi sempre più performanti, connessi e attenti alla sicurezza degli utilizzatori”.

E’ con queste parole che ha parlato Federica Cudini, Marketing Manager Bosch eBike Systems Italia, che ci ha introdotto “nell’universo Bosch” illustrandoci dettagliatamente cosa sta dietro al lavoro e allo sviluppo svolto in questi anni dal colosso tedesco, leader di settore nel campo della tecnologia a livello mondiale.

Bosch eBike ABS

Dall’aereo all’auto fino alla motocicletta e ora anche per l’eBike, il sistema di frenata antibloccaggio (ABS) è diventato il segno distintivo di diversi mezzi di trasporto, aumentandone la sicurezza in modo decisivo. Ormai un’automobile senza ABS è impensabile. Oggi, in Europa, è addirittura obbligatorio nelle auto di nuova costruzione. Ma l’utilità di questo sistema è dimostrata anche per le eBike. Secondo una ricerca Bosch sugli incidenti con le pedelec, grazie al sistema di frenata antibloccaggio, se ne evita quasi un quarto oltre a ridurre il numero di incidenti con lesioni gravi. Con l’ABS per eBike Bosch scrive un ulteriore capitolo di successo nella storia dei sistemi di frenata antibloccaggio. Sono passati 40 anni da quando ha lanciato sul mercato il primo ABS di serie per automobili, applicato poi nel 1995 anche alle motociclette ed ora anche sulle bici elettriche.

Kiox, il nuovo ciclocomputer con display a colori compatto dal design minimalista

COBI.Bike

Bosch eBike Systems ha deciso di ampliare la sua offerta fatta di drive unit, batterie e ciclocomputer acquisendo COBI.Bike, il sistema intelligente per biking il cui nome è l‘abbreviazione di Connected Biking. Questa tecnologia collega smartphone, app e sensori alla bicicletta o all‘eBike, rispondendo alle esigenze degli eBiker 4.0. “I tempi della tecnologia non lasciano spazio a momenti di relax e sappiamo che la digitalizzazione oggi gioca un ruolo fondamentale. Questa visione pioneristica che contraddistingue l’azienda è quanto ha guidato anche la divisione italiana della business unit tedesca, portandola a capire che bisognava affiancare al prodotto anche la possibilità di poterlo provare e spiegare, per cercare di diffondere davvero la cultura della bici elettrica come parte integrante di una nuova mobilità del futuro, sostenibile ma soprattutto accessibile a chiunque quotidianamente. Tutto questo si è tradotto nella pianificazione di progetti che potessero mettere in sella più persone possibili facendo vivere loro un’esperienza con l’ebike”, afferma Federica Cudini, Marketing Manager Bosch eBike Systems Italia.

Progetto BOSCH EXPERIENCE

Dal 2016 abbiamo siglato importanti partnership con territori a vocazione turistica sportiva, con l’obiettivo di essere presenti per chiunque volesse provare l’ebike epowered by Bosch e per tutti coloro che già ci avevano scelto. Il punto chiave della nostra strategia è stata la decisione di affidarsi a dei player che oggi definirei “ambassador” del nostro prodotto: operatori del settore turistico alberghiero, tour operator, uffici del turismo, rivenditori, guide cicloturistiche e amministrazioni locali che sul loro territorio hanno deciso di lavorare insieme a Bosch eBike Systems, mettendo a disposizione le proprie risorse ed energie. Un esempio la Val Gardena dove il brand ha strutturato attività ad hoc per un’offerta “active summer” che permettesse ai turisti presenti in Valle di godersi le meraviglie della natura in sella alle loro ebike, arrivando anche dove solitamente con una bici muscolare sarebbe davvero impossibile. Tour gourmet, colazioni ad alta quota e molto altro per un divertimento nel pieno rispetto della natura. Ma non solo infatti, Bosch ha siglato accordi con le strutture del gruppo QC Terme con le quali, attraverso un pacchetto eBike&wellness, promuoviamo l’utilizzo dell’eBike associato ai benefici dei trattamenti SPA, ideali per chi pedala grazie alle proprietà reintegranti e decontratturanti dell’acqua termale. Tutti gli ospiti delle strutture QC Terme di Bormio, Courmayeur e Pozza di Fassa possono vivere un’esperienza in ebike grazie ad una flotta disponibile gratuitamente per i clienti.

Federica Cudini, Marketing Manager Bosch eBike Systems Italia

Il primo network al mondo di Power Station per ebike epowered by Bosch

Partito proprio dall’Italia, il progetto di una rete di Power Station per eBike coinvolge oggi anche la Francia e la Svizzera. Sul portale Bosch eBike è possibile localizzare, tramite Google Maps, la colonnina di ricarica più vicina in modo da pianificare efficacemente i propri tour. Ogni Power Station offre sei scomparti sicuri chiusi a chiave dove è possibile ricaricare la propria batteria mentre il ciclista può godersi un pranzo, una cena o semplicemente una breve pausa. Lo Standard Charger 4A di Bosch eBike Systems, posto all’interno della colonnina, è compatibile con tutti i tipi di batterie Bosch, che siano Powertube o Powerpack. Con lo stesso intento, quest’anno Bosch eBike ha deciso di sostenere VEnTO, il progetto di una dorsale cicloturistica che corre lungo il Po. E’ stato ideato da un gruppo di ricerca del Politecnico di Milano che si occupa di mobilità sostenibile, pianificazione e progettazione cicloturistica a scala territoriale, paesaggio e spazi aperti, consumo di suolo ed effetti ambientali.

Un esempio di Power Station Bosch all’interno di un hotel

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here