SIDI-Trentin-Sagan_Con l’arrivo in salita a La Planche des Belles Filles del 14 luglio e il successo di Vincenzo Nibali, che gli ha permesso di tornare in maglia gialla e porre una concreta ipoteca sul Tour de France, si è conclusa la prima parte di una corsa che non ha risparmiato emozioni e spettacolo.
Le 10 tappe che hanno portato la carovana gialla da Leeds, in Gran Bretagna nello Yorkshire, dove la corsa è scattata, fino al cuore della Francia hanno proposto, anche dal punto di vista tecnico, diversi temi interessanti.
Sidi non ha mancato di stilare un bilancio di questa prima parte del Tour e soprattutto di ricordare i protagonisti che gli hanno permesso di dare valore alla sua attività di sponsorizzazione.
I colori di Sidi sono il verde della maglia della classifica a punti indossata dallo slovacco Peter Sagan (Cannondale Pro Cycling) e il bianco a pois rossi della maglia che identifica il miglior scalatore indossata dallo spagnolo Purito Rodriguez (Katusha), senza dimenticare la maglia bianca di miglior giovane portata per molti giorni dal bravissimo giovane polacco Michal Kwiatkowski (Omega Pharma).

 Inoltre in questa prima parte di Tour Sidi ha firmato tre splendide vittorie di tappa. La prima, ad Arenberg Porte du Hainault, nella difficile e spettacolare tappa sul pavé, vinta dall’olandese Lars Boom (Belkin). E’ seguito poi lo spettacolare arrivo di Nancy, dove in un testa a testa al photo finish tutto Sidi il giovane italiano Matteo Trentin (Omega Pharma) ha messo la sua ruota per un centimetro davanti a quella di Peter Sagan. E infine lo splendido arrivo trionfale in solitaria del tedesco Tony Martin (Omega Pharma) a Mulhouse.
Ai piedi di tutti questi campioni ci sono le calzature Sidi Wire, il top di gamma della collezione per il ciclismo su strada.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here