Lunedì 15 Luglio, giorno di riposo del Tour, nella sala stampa di Vaison la Romaine alle 17 e 30, Gianni Bugno, presidente del C.P.A. (Associazione dei Corridori Professionisti) ha donato ufficialmente a tutti i corridori iscritti alla Grande Boucle, dei braccialetti salvavita per la loro sicurezza.
Si tratta di bracciali da polso in PVC con chiusura a pressione cosiddetti ICE (acronimo per “In Case of Emergency”) KEY, provvisti di un software inserito in una flash memory USB studiato per fornire immediatamente informazioni mediche personali.
Uno strumento semplice in grado di facilitare le cure e l’assistenza dei feriti in caso di incidente perché grazie ai dati registrati sulla chiavetta può consentirne l’immediato riconoscimento, accelerarne l’accettazione nelle strutture sanitarie e soprattutto conoscere subito i dati clinici del paziente (allergie, terapie in corso, malattie ecc.) .
Con questi braccialetti (ergonomici, leggeri, anallergici, resistenti agli urti, water proof e water resistant 10 atm) si rende possibile la diagnosi precoce della lesione, le prime cure sul luogo dell’incidente, lo spostamento nelle condizioni tecniche più appropriate, il trasporto nell’ospedale più idoneo e si condiziona favorevolmente non solo la salvezza di vite umane ma anche i risultati delle cure successive.
“Ci è sembrato importante consentire che tutti i corridori, indossando un semplice braccialetto nello svolgimento del loro lavoro in gara o in allenamento, potessero avere uno strumento in più per la loro sicurezza – ha commentato Gianni Bugno – con l’augurio naturalmente che nessuno abbia mai bisogno di utilizzarlo sul serio..”.
I braccialetti ice-key personalizzati con logo del CPA verranno consegnati per il momento a tutti i corridori presenti al Tour e recapitati a tutti gli altri nei prossimi giorni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here