Nell’ambito del tradizionale Gran Gala del Ciclismo, giunto ormai alla 29^ edizione, verrà presentata un’iniziativa dal profondo significato sociale che coinvolge la bicicletta. Si tratta della Hugbike, ovvero la bicicletta degli abbracci. Si tratta di una bicicletta che si caratterizza per la particolare posizione di guida che permette al “pilota” di abbracciare il passeggero ed è stata ideata per i bambini autistici. Testimonial dell’iniziativa, che il patron del Gran Gala Dino Netto ha voluto all’interno della serata clou (lunedì 14 ottobre, a partire dalle 19.45, presso il Teatro Accademia di Conegliano), sarà Jury Chechi, al secolo “Il Signore degli Anelli”, che più volte a manifestato passione ed interesse per il ciclismo, non ultima la sua “pedalata” in compagnia di Paolo Bettini e i pro il giorno prima dei Mondiali 2013.
Nel post-carriera Chechi si è infatti distinto per il sostegno alle persone meno fortunate, e in particolare ai bambini autistici grazie alla Fondazione onlus “Oltre il Labirinto” che si pone l’obiettivo di garantire aiuto e assistenza alla crescita dei soggetti affetti da questo disturbo.
La collaborazione tra “Oltre il Labirinto”, “Cooperativa Girasole” e uno dei main sponsor del Gran Gala “Banca della Marca” – culminata nella fondazione della Cooperativa Sociale “Opera della Marca” – ha portato allo sviluppo del progetto “HUGBIKE” (bicicletta degli abbracci). Perseguendo questa missione, un gruppo di ragazzi autistici, seguiti dalla Cooperativa Sociale di tipo B “Opera della Marca” ha realizzato una bicicletta che si caratterizza per la particolare posizione di guida che permette al “pilota” di abbracciare il passeggero.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here