logoNeanche la Svizzera è immune dal problema dei furti di bicicletta. SCOTT è l’ultima vittima di una serie di furti che hanno interessato i produttori di bici svizzeri e rivenditori in questi ultimi ultimi mesi.
Durante il fine settimana del 1° giugno, dei ladri hanno eluso le misure di sicurezza del magazzino presso la sede di SCOTT EUROPA a Givisiez, rubando un gran numero di biciclette di alta gamma . Il valore al dettaglio delle bici rubate ammonta a quasi 1 milione di franchi svizzeri.
I ladri hanno agito in modo professionale, guadagnando l’accesso al magazzino nonostante un antifurto fosse attivo e senza attirare l’attenzione. Hanno sottratto un gran numero di bici di alta gamma della collezione 2014 strada e mountain bike, nonché vari campioni della collezione 2015, che non sono ancora stati presentati sul mercato. Inoltre i ladri hanno rubato un camion da una società adiacente per il trasporto delle biciclette trafugate.
In conseguenza di questo furto, SCOTT Sports SA dichiara di aver subito notevoli danni economici, stimati attorno ad 1 milione di franchi svizzeri.
“E’ una triste verità – ha commentato Pascal Ducrot, Vice Presidente della SCOTT Sports – che l’industria di biciclette, rivenditori e operatori del settore siano vittime di ricorrenti e gravi furti che provocano ingenti danni finanziari nel corso degli ultimi anni.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here