Il testo originale è stato pubblicato sul sito www.veicolielettricinews.it

Lo certifica l’edizione 2013 dell’European Bicycle Market & Industry Profile realizzato dalCOLIBI, Associazione dei Costruttori Europei di Biciclette e dal COLIPED, Associazione Europea dei Produttori di Parti ed Accessori, che per quanto riporti i dati statistici forniti dai paesi membri relativi al 2012, assegna alla bici a pedalata assistita (EPAC) il ruolo di assoluta star.

Sono oltre 20 milioni le bici di qualsiasi tipologia annualmente vendute in Europa, un numero che non ha riscontro in nessun’altra modalità di trasporto e contribuisce ad esaltarne le caratteristiche di massima efficienza e di mezzo ideale per una mobilità sostenibile. Negli ultimi anni le bici a pedalata assistita, grazie anche ai progressi della tecnologia (motori e batterie più efficienti) e la diffusione della fibra di carbonio (maggior leggerezza) hanno conosciuto un grande sviluppo che le ha portate asuperare nel 2012 le 800.000 unità vendute conquistando una quota di mercato complessiva di oltre il 4%. La crescita è stata costantemente a due cifre e per l’anno appena trascorso ha segnato ancora un +19,3%.

Da evidenziare come in mercati significativi per la mobilità su due ruote come la Germania e l’Olanda il fenomeno abbia assunto aspetti assolutamente rilevanti. Basta considerare che in Germania le vendite di EPAC si sono attestate sulle 380.000 unità con una partecipazione al mercato di ben il 45%, mentre in Olanda si sono realizzati acquisti da parte del pubblico per175.000 bici a pedalata assistita che rappresentano una quota mercato del 21%, anche in presenza di una crisi che ha colpito un po’ tutte le tipologie di prodotto. Malgrado questa negativa situazione economica le e-bike hanno migliorato i loro fatturati superando quote del 40% e diventando per i dealer il segmento più importante della loro offerta, superiore persino alle city bike la cui storicizzazione sul mercato olandese sembrava inattaccabile. Da notare, relativamente sempre all’Olanda, come il prezzo medio pagato per una bici a pedalata assistita sia stato di ben 1799 euro.

Lo studio evidenzia anche il positivo andamento in altri paesi come l’Italia, l’Austria e la Francia, tutte attestate sulle 45.000 unità ma in crescita ed in controtendenza rispetto ad un mercato che segna generalmente una flessione anche se contenuta.

Per quanto riguarda il 2013 riportiamo alcune anticipazioni circolate ultimamente e che testimoniano la positiva tendenza del settore. Ad esempio l’Associazione dei produttori tedeschi ZIV accredita di un 13% la crescita dell’e-bike che potrebbe a fine anno superare le 430.000 unità; in crescita del 15% è prevista anche l’Olanda e positivi sono i dati che provengono dal mercato italiano dove si parla di un ulteriore crescita a due cifre.

 

Autore: GiLo

Fonte: Veicoli Elettrici News

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here