Ci sono tanti modi per stare dalla parte di uno sviluppo sostenibile: uno di questi è portare a conoscenza della gente le possibilità che le energie rinnovabili schiudono. Un esempio è il tour della Spagna organizzato dalla ONG Zima Project (già, perché esistono a prescindere dalla questione migranti, per inciso) ed accompagnato dall’hashtag #PedaleoSolar, che sta portando “a spasso” una bici elettrica solare attraverso la penisola iberica.

energie rinnovabili #pedaleosolar
Credit: ZimaProject

#PedaleoSolar, energie rinnovabili scelta possibile

Quello che la bici elettrica alimentata da un pannello fotovoltaico vuole trasmettere è un messaggio chiaro: l’energia solare, come le altre rinnovabili, sono una scelta possibile per tutti.

Esistono molteplici opzioni tra le quali scegliere, la gente spesso non lo sa e, di conseguenza, non le prende in considerazione: compiere il periplo della penisola iberica grazie ad una pedalata assistita dal sole può dunque aiutare a capire le potenzialità di questi sistemi.

energie rinnovabili #pedaleosolar
Credit: ZimaProject

Una legge sull’autoconsumo unica al mondo

L’obiettivo messo nel mirino dall’ONG Zima Project va ben oltre la semplice campagna di sensibilizzazione: #PedaleoSolar nasce infatti per sostenere uno degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile promossi dall’UNDP, il Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo.

energie rinnovabili #pedaleosolar
Credit: ZimaProject

Nella fattispecie, questi punta al varo di una legge, la prima ed unica al mondo al momento, sull’autoconsumo e sulla tutela del diritto di tutti i cittadini ad essere produttori di energia. Il tutto, ovviamente, grazie alle energie rinnovabili.

Il giro della Spagna in e-bike solare porta dunque avanti il sostegno a questa idea di sdoganamento e liberalizzazione della produzione e del consumo di un’energia pulita.

Una pedalata attraverso 25 città

In totale saranno 3000 i chilometri pedalati e 25 le città iberiche toccate da #PedaleoSolar, che si configura come un’avventura compiuta dall’insolito trio composto da una coppia di ingegneri, esperto in energie rinnovabili, l’uno, ed esperto in telecomunicazioni, l’altro, e dalla loro traduttrice.

energie rinnovabili #pedaleosolar
Credit: ZimaProject

Ai tre si deve lo sviluppo ideologico e pratico dell’idea, nonché la costruzione del mezzo, una bicicletta elettrica con telaio in bambù che si porta appresso un carrello attrezzato con pannello fotovoltaico che ne ricarica la batteria.

energie rinnovabili #pedaleosolar
Credit: ZimaProject

Partiti da Madrid, i ciclisti solari sono giunti sabato 7 luglio all’undicesima tappa – Castellón – e chiuderanno nel centro di Segovia dopo aver toccato, tra le altre, Toledo, Granada, Valencia, Barcellona, Zaragoza, e Bilbao.

Per chi fosse interessato, sul sito dell’ONG è possibile seguire in diretta il percorso della bicicletta solare, nonché scoprire come sostenerlo. Anche se è un’iniziativa sul territorio spagnolo, l’interesse è senz’altro comune.

1 COMMENTO

  1. Molto interessante, grazie per l’articolo!
    Vi sono anche altre iniziative degne di nota sullo stesso argomento come per esempio (https://www.thesuntrip.com/): io ho partecipato nel 2017, 1200km tra Francia, Italia e Svizzera.
    Speriamo che le bici con pannelli fotovoltaici possano convincere i potenziali utenti dei vantaggi offerti e del piacere indescrivibile di poter andare dovunque…se il sole è della partita!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here