60.000 visitatori nelle quattro giornate: questo il bilancio numerico della quarta edizione della rassegna veronese, certificato nel comunicato ufficiale, che ha visto inoltre la presenza di 350 espositori e operatori esteri provenienti da 25 paesi.

Un risultato tutto sommato in linea con le attese degli organizzatori e che ribadisce il ruolo di punta della fiera di Verona considerata e, cosa ben più importante, sentita dal pubblico degli appassionati come imperdibile appuntamento per vedere e toccare un’offerta sempre più ricca e di qualità.

Ben 11.000 sono stati i test drive effettuati dai visitatori che hanno potuto provare i veicoli messi a disposizioni da molteplici brand, usufruendo di 21.000 metri quadri di area demo e di una pista di 400 metri quadrati che si sono aggiunti agli oltre 30.000 metri quadrati di esposizione coperta.

E proprio dall’apprezzamento mostrato dal pubblico per una formula che affianca alla classica esposizione la dinamicità delle prove esterne l’organizzazione ha deciso di ripartire dando il via alla cosiddetta “fase 2”, comunicando sin da ora che la prossima edizione si svolgerà su tre giorni di fiera dall’8 al 10 settembre 2018, preceduti il 7 settembre da una intera giornata dedicata ai bike test.

Come riporta il comunicato ufficiale, è lo stesso direttore generale di Veronafiere Giovanni Mantovani ad illustrare i prossimi passi sostenendo: «CosmoBike ha consolidato il proprio posizionamento nel panorama fieristico nazionale, ora serve lavorare sulla fase 2, che prevede un’accelerazione delle attività sia dal punto di vista del coinvolgimento del territorio, attraverso eventi in grado di attrarre aziende e appassionati, sia dell’internazionalizzazione. Il made in Italy legato alla bicicletta sta infatti vivendo una nuova spinta data da piccole imprese artigiane il cui valore aggiunto è quello della manifattura di pregio. Un tratto distintivo tipico della qualità italiana che deve trovare maggiori sbocchi presso i mercati internazionali».

In perfetta sintonia Paolo Coin, project manager della manifestazione, ha da parte sua ribadito: «I risultati di quest’anno e le evoluzioni del calendario degli eventi rappresentano le basi per un progetto che nel 2018 farà di CosmoBike Show e di Verona un appuntamento fieristico integrato con test, spettacoli e manifestazioni sul territorio che diffonderanno la cultura della bici, creando le condizioni per una reale crescita dell’uso e quindi del mercato.  È un obiettivo importante ed ambizioso e CosmoBike Show è maturo per giocare quella sfida originale ed internazionale di cui la bici ha bisogno in Italia. Nel 2018 Verona sarà il momento fieristico di riferimento in Europa nel mese di settembre, periodo che anche in presenza di alcune trasformazioni resta un momento chiave per la promozione del settore».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here