V2-R è l’evoluzione di V1-R, lo sostituisce migliorandolo e mantenendo i medesimi materiali e la stessa qualità costruttiva.

Com’è fatto

Con questa nuova creazione, Colnago si è imposto di mantenere uno schema di telaio classico con dettagli modernissimi che, però, non arrivano a stravolgere le forme

V2-R è stato progettato per garantire leggerezza, rigidità, aerodinamicità e il risultato è una bicicletta in grado di primeggiare su tutti i terreni. Discende dalla V1-R ma vanta delle caratteristiche che ne migliorano in modo sensibile le prestazioni. Il peso è rimasto pressoché invariato, vale a dire 835 gr in taglia media; idem la qualità della fibra di carbonio. Sono invece aumentati del 13% i valori di rigidità laterale del movimento centrale e il 4% quelli del tubo sterzo; essi rendono V2-R ancora più brillante in fase di accelerazione.

Dal punto di vista estetico possiamo notare il seat clamp integrato che conferisce maggiore pulizia alle linee e il raccordo tra tubo sterzo e obliquo. In passaggio cavi è interno e centrale, collocato sulla parte alta del manubrio. Entrambi i freni sono “direct mount”; quello posteriore è collocato nella parte alta del carro e consente di montare coperture (copertoncini o tubolari) molto larghe, che possono arrivare fino ad un massimo di 28 mm. In conclusione possiamo affermare che V2-R racchiude in sé quello spirito fortemente innovativo che è genetico di tutte le Colnago; abbinamento impareggiabile al gusto di chi costruisce con successo biciclette da ben sessantatré anni.

La forcella, plus: aerodinamicità – rigidità – leggerezza

E’ in fibra di carbonio monoscocca ed è stata realizzata per supportare il corpo freno anteriore integrato.

Presenta un doppio foro per alloggiare il sistema “dual pivot” a montaggio diretto e così il freno risulta essere più rigido, potente e aerodinamico.

Il disegno dei foderi posteriori riprende le forme delle altre tubazioni con i profili troncati.

La base misura 1”1/4 mentre la parte superiore è di 1”1/8. Uno dei dettagli più pregiati è la testa conica in fibra di carbonio sulla quale si poggia il cuscinetto della serie sterzo.

 

Freni, plus: rigidità, aerodinamicità e maggiore potenza frenante

Sono entrambi a montaggio diretto.

Il vantaggio principale di questo componente con telaio e forcella è una migliore integrazione strutturale e aerodinamica e strutturale.

 

Forcellini posteriori, plus: rigidità, resistenza, leggerezza e maggiore durata del telaio

Sono in fibra di carbonio monoscocca con piastrina del deragliatore sostituibile.

I vantaggi, in termini di peso e robustezza, sono sicuramente significativi.

 

Reggisella, plus: maggiore comfort e aerodinamicità

Per massimizzare l’integrazione della V2-Rè stato utilizzato un reggisella speciale con testa in alluminio forgiato, già collaudato nei modelli attualmente in produzione. Si è proceduto a progettare e costruire un tubo di dimensioni ridotte, simile a quello di diametro da 27,2, mm per ottenere maggiore comodità.

 

Movimento centrale, plus: rigidità, affidabilità, facilità di manutenzione e maggiore longevità del telaio

Si basa sullo standard TF82,5.

Unisce l’affidabilità e la praticità di un movimento centrale filettato BSA, la larghezza e la grande rigidità che caratterizza lo standard Press Fit. All’interno è collocata una bussola filettata in alluminio sulla quale si avvitano due calotte in lega leggera. All’interno di di queste si innestano i cuscinetti, amovibili in caso di necessità. E, per ultimo, lo standard TF82,5 è compatibile con tutte le versoni Press Fit 86,5

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here