Solo in Germania sono circa tre milioni le persone che utilizzano un’e-bike e, di conseguenza, il problema degli incidenti che coinvolgono dei ciclisti sta divenendo non trascurabile: è per questo che Bosch ha presentato il primo sistema ABS per bici a pedalata assistita, che sarà utilizzato, prima di entrare in commercio, in una serie di flotte europee.

Bosch ha installato il primo sistema ABS per veicoli a due ruote su una moto della polizia, in Giappone, nel 1994: non è dunque nuova a questo tipo di applicazioni, adesso declinate in versione e-bike per via della crescente domanda di questo mercato.

Il Bosch ABS system agisce impedendo il blocco totale della ruota anteriore, alla quale è installato: aggiungendo appena 800 grammi al peso della bicicletta, fornisce una serie di vantaggi che possono fare la differenza in caso di necessità.

Assieme ai sensori cui viene accoppiato, appartenenti al partner Magura che produce i freni MT5 per le serie di e-bike Bosch MY19, il software che controlla la Performance Line è in grado di monitorare separatamente il comportamento delle due ruote, decidendo, a prescindere dal fondo stradale, in quali casi l’anteriore non debba bloccarsi.

Il funzionamento dell’ABS è permesso dall’alimentazione collegata alla batteria dell’e-bike, con un dispendio di energia definito trascurabile da Bosch al punto da affermare che il sistema rimanga attivo anche quando la batteria non dovesse più poter alimentare il motore.

L’introduzione dell’ABS sulle bici a pedalata assistita, che dopo un primo anno di test nelle flotte dovrebbe entrare nella gamma di prodotti MY19, è spiegato dai risultati di due ricerche volute da Bosch stessa sulle principali cause di incidente tra i ciclisti.

Esaminando, in un caso, un campione di 500 sinistri avvenuti in Germania, è risultato infatti che nel 20% dei casi i riders sono caduti prima che avvenisse una collisione. La causa sarebbe la frenata, nella maggior parte dei casi effettuata in modo sbagliato o inficiata da un’errata risposta del mezzo in rapporto alla situazione.

Nel secondo caso si sono invece presi in esame 5400 tra collisioni e cadute, evidenziando come nel 75% dei casi non si sia verificato alcun tentativo di frenata.

La conclusione dei ricercatori è stata che almeno un quarto degli incidenti che oggi hanno per protagonista un pedelec potrebbero essere evitati dall’introduzione dell’ABS, che rende più stabile la bici in frenata e più efficace la stessa tramite la regolazione della pressione dei pattini del freno.

Una novità che renderà le e-bike un mezzo sempre più appetibile, non solo in Germania.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here